Economia
    Giovedì , 30 Novembre 2017     19:43

Web Tax, il Vice Ministro all’Economia sposa la linea delle banche non quella dei professionisti

Gian Battista Baccarini (Fiaip): Incomprensibile qualsiasi forma di “compensazione” per le banche e non per gli agenti immobiliari. "Non è chiaro se questa manovra elettorale sia stata scritta in Via XX Settembre o negli uffici centrali di alcuni istituti di credito.  Se si guarda alle dichiarazioni odierne del Vice Ministro all’Economia e alle Finanze Enrico  Morando non si comprende perché vengano utilizzati due pesi e due misure da parte della stessa maggioranza di governo. A nostro giudizio  si penalizzano ancora una volta gli agenti immobiliari a discapito di alcune banche, favorendo quest’ ultime anche nell’applicazione  dell’annunciata web tax.”
 
A dichiararlo è il Presidente Nazionale Fiaip Gian Battista Baccarini a margine dell’evento RE Italy Award 201,  in corso in queste ore a Milano. “Così facendo non si danneggiano i giganti del web, bensì i professionisti dell’immobiliare e le piccole e medie imprese. Ci auguriamo che alla Camera, nelle prossime settimane,  si possa estendere eguale compensazione  per gli agenti immobiliari. Auspichiamo un ravvedimento del Governo che serva a “compensare” l’aumento della burocrazia e degli oneri che stimiamo in 100 milioni annui per gli intermediari e le agenzie immobiliari con l’introduzione della tassa Airbnb. Immaginiamo –  sottoline Gian Battista Baccarini –  che a Via XX Settembre si  sia ben consapevoli di aver dato da svolgere agli intermediari immobiliari un adempimento in più, così come alle banche con la web tax."

Condividi: