Salute

UNA GIORNATA DIVERSA PER 33 BAMBINI DI ONCOEMATOLOGIA PEDIATRICA

 Gita fuoriporta per 33 bambini in mantenimento terapeutico nel reparto di oncoematologia pediatrica dell'Ospedale Infermi di Rimini che giovedì 8 giugno a bordo di due pullman partiranno alla volta Parco delle Fiabe di Gropparello in provincia di Piacenza per trascorrere un'intera giornata all'insegna dell'avventura e del divertimento immersi nella natura tra fate, maghi, cavalieri, popolani e dame di corte. Si tratta di un'iniziativa promossa e offerta da A.R.O.P realizzata anche grazie anche alla collaborazione di Iole Pelliccioni, maestra riccionese in pensione e attuale volontaria dell'associazione riminese, che s'inserisce nell'ambito delle attività proposte per distrarre bambini e genitori dalla realtà della malattia e della relativa cura. Per "i bambini di A.R.O.P.", accompagnati durante il viaggio da volontari e familiari, sono previste tre attività nel corso della giornata: la visita del Parco con una guida dedicata durante la quale verranno coinvolti da personaggi dell'immaginario fiabesco le cui radici affondano in realtà remote che si perdono nella notte dei tempi, la visita al Castello Medievale e l'Avventura in Costume da Cavalieri.bIl Parco delle Fiabe di Gropparello è il primo parco emotivo d'Italia nel quale i bambini vestiti da cavalieri sono coinvolti a vivere una magica avventura affrontando prove e pericoli e sconfiggendo le loro paure.bSono anche queste le motivazioni che hanno spinto A.R.O.P. a proporre e a finanziare la gita verso tale destinazione "Abbiamo scelto il parco delle fiabe per i nostri bambini oncologici dopo discussioni e approfondimenti perché abbiamo trovato ottimi contenuti nella proposta educativa offerta, il Parco delle Fiabe si prefigge nella sua mission l'obiettivo di far raggiungere al bambino un buon equilibrio, di farlo socializzare, di favorirne la creatività, l'autostima e l'autonomia, di spingerlo a credere in quello che sogna e di fargli superare le paure e farlo divertire". "Questo è proprio ciò che serve ai bambini che stanno affrontando la malattia oncologica e le pesanti terapie e che stanno vivendo questa fase della loro vita come interruzione del quotidiano  vissuto a quel momento e come  separazione dagli amici con cui solo raramente possono condividere esperienze di gioco e divertimento", conclude A.R.O.P..

A.R.O.P. è un'associazione di genitori volontari da anni impegnata a migliorare la qualità della vita dei bambini affetti da malattie oncoematologiche e da altre malattie croniche dell'età pediatrica e a sostenere le loro famiglie durante il lungo periodo di cure. La mission principale è quella di fornire un supporto costante alle gravose necessità che ogni famiglia affronta quotidianamente.

Condividi: