News
    Mercoledì , 17 Ottobre 2018     11:08

TTG TRAVEL EXPERIENCE

Un’esperienza.

Sono una studentessa del Clet, Corso di Laurea in Economia del turismo.

Noi studenti siamo soliti, come ogni anno, partecipare al TTG. Imparare, conoscere e far tesoro di ciò che incontriamo.

Far turismo non è facile, per uno studente ancor meno, capire le dinamiche e farsi un’idea del mercato in cui dovremmo lavorare è un obiettivo lontano, ma la fretta di raggiungerlo è ancora più forte.

Sicuramente, posso riportare la mia esperienza, ma non posso tracciare bilanci poiché non ho la competenza per farlo.

Il settore del turismo è ricco di risorse, pensare al futuro e a come poterle allocare al meglio è da sempre obiettivo di questi incontri. Far conoscere le proprie idee, presentare i propri progetti affinché vengano conosciuti e siano tesoro per gli interlocutori che siano albergatori o operanti del settore o semplicemente studenti.

Quest’anno le arene tematiche sono state otto, nelle quali si sono svolti convegni, talk show e workshop.

La più interessante, a mio parere, è stata la Talent Arena, dove ho seguito la presentazione di tre start up ed altri incontri dedicati a chi vuole lavorare nel mondo del turismo, quali sono le cinque regole per far carriera e se il turismo è un settore per giovani con alcune testimonianze.

Un altro interessante intervento è stato quello dedicato all’Hotellerie di Gardaland, ai nuovi trend del turismo famigliare e ai nuovi punti di forza di uno dei parchi tematici più amati d’Italia.

Ho seguito la presentazione di nuovi trend turistici, legati all’esperienza come le escursioni in costiera amalfitana alla scoperta dei sapori tipici legati alla terra, il glamping il nuovo campeggio glamour che dall’Olanda porta una ventata di avventura anche in Italia e molto altro ancora.

Scoprire e imparare. I due verbi preferiti di noi studenti. Creare conoscenza.

Il TTG riesce, come ogni anno, a dare speranza e ad essere luogo proficuo di incontri tra persone e tra idee.

 

Ilaria Ferrari

Condividi: