Politica

TOSI O VESCOVI. RICCIONE DOMENICA SCEGLIE IL NUOVO SINDACO. SI VOTA DALLE 7 ALLE 23

Le primissime ore di domani scioglieranno l'ultimo dubbio. Chi sarà, cioè, il sindaco di Riccione. L'unica certezza oggi è che sarà donna perché al ballottaggio si sfidano il primio cittadino uscente Renata Tosi e Sabrina Vescovi. La prima sostenuta dalla sua lista civica e dal centrodestra, la seconda dalla sua lista e dalla sinistra con il Pd in pole position. Aghi della bilancia saranno gli elettori del Movimento 5 Stelle e, soprattutto, del Patto Civico di Conti, Tirincanti e Pizzolante. Incertissimo l'esito, si prevede un testa a testa fino alla fine dopo un primo turno che aveva visto prevalere, seppur di pochissimo, la Tosi. Apparentamenti ufficiali non ci sono stati ma non sono passati inosservati gli inciuci pro Vescovi da parte di Patto Civico e l'appello a votare Tosi da parte del sindaco Cinque Stelle di Cattolica Mariano Gennari.

Gli elettori, come noto, dovranno scegliere soltanto tra i due candidati più votati in occasione delle elezioni amministrative dell’11 giugno scorso, e quindi non sarà possibile alcuna forma di voto disgiunto. Al ballottaggio gli elettori potranno scegliere solo il sindaco, non sono ammessi voti alle liste. Seggi aperti dalle ore 7 alle 23.

Sarà eletto sindaco il candidato che otterrà più voti. In caso di parità è proclamato vincitore il candidato collegato alla lista con maggiori voti validi. In caso di ulteriore parità sarà eletto il candidato più anziano. 

Per stabilire la composizione del Consiglio comunale si tiene conto dei risultati elettorali del primo turno e degli eventuali ulteriori collegamenti nel secondo. Se la lista o l'insieme delle liste collegate al candidato eletto Sindaco nel primo o nel secondo turno non hanno conseguito almeno il 60% dei seggi ma hanno ottenuto nel primo turno almeno il 40% dei voti, otterranno automaticamente il 60% dei seggi. I seggi restanti saranno divisi tra le altre liste proporzionalmente alle preferenze ottenute.

Condividi: