Cronaca

TANTA GENTE ROMAGNOLA E NON A PREDAPPIO. NESSUN INCIDENTE !

 

L'auspicio di Edda Negri Mussolini si è concretizzato.

L'anniversario dell' assassinio di suo nonno é stato ricordato da una grande folla di italiani, senza manifestazioni ostili, con un corteo di Forza Nuova che si è snodato con disciplina sino al cimitero monumentale, osservato a distanza dalle forze dell'ordine. Una coda interminabile di affezionati e di curiosi per visitare le spoglie di quello che fu il capo del governo del ventennio e dei tanti famigliari tumulati nei pressi della tomba. Alle 11,30 si è svolta la cerimonia religiosa che ha concluso la giornata di cordoglio. Sporadicamente qualche saluto romano, soprattutto nella cripta che contiene i resti del "Duce", ma tutto si è svolto con massimo rispetto e massima tranquillità. Il centro di Predappio era stracolmo di turisti, i negozi di souvenir affollati, ma senza accenni a manifestazioni nostalgiche. Tantissimi i romagnoli presenti. Al termine della mattinata la nipote del Duce, Edda Negri Mussolini, si è definita soddisfatta perchè, in un momento particolarmente delicato della storia politica nazionale ed intenazionale, i suoi appelli al decoro ed alla compostezza sono stati accolti da tutti con grande civiltà. Il timore paventato dalla Presidenta della Camera Laura Boldrini e da altri professionisti della politica si è dimostrato, ai fatti, debole e pretestuoso; sono altre le criticità che questo Paese attraversa. Non é con inutili grida <al lupo, al lupo> che si risolvono i problemi lavoro e ripresa economica dell'Italia. La burocrazia ingerente e soffocante è il vero pericolo per la democrazia di questa martoriata Repubblica. Burocrazia per controllare tutto e tutti, e che nessuno vuol eliminare, anzi! …a proposito di code, il pensiero va agli italiani che in questo momento stanno in fila per osannare colui che tanti definiscono “il pinocchietto toscano”, colui che ci ricorda che l'Italia è la patria di Arlecchino. …il che è tutto dire!

Roberto Gabellini

Milena Montebelli

Condividi: