Cronaca

Stupri Rimini, Butungu ha cambiato difensore: scelto l’avvocato dell’ambasciata del Congo

PESARO – Novità sull'incontro di ieri al carcere di Villa Fastiggi a Pesaro tra il ventenne congolose Guerlin Butungu, accusato degli stupri di Rimini del 26 agosto scorso, e i magistrati. Infatti Butungu il 25 settembre scorso ha revocato la posizione di difensore all'avvocato Ilaria Perruzza, sostituita tempestivamente da Francesco Zacheo del Foro di Lecce, avvocato di fiducia dell'amabsciata congolese in Italia. All'incontro di ieri perciò, insieme all'avvocato Mario Scarpa era presente Francesco Zacheo, il quale ha raggiunto Pesaro da Lecce appena in tempo per entrare nella stanza dove si stava preparando l'incontro.

Su quell'incontro deciso da Butungu in accordo con gli avvocati Scarpa e Perruzza, l'avvocato Zacheo ha dichiarato: "La difesa di Butungu mi è stata affidata il 25 settembre e notificata il 26. Sono arrivato a Pesaro da Lecce appena in tempo per l'incontro con i magistrati, senza aver avuto tempo di parlare né con il mio assistito né con il collega Scarpa, e senza aver avuto accesso alla documentazione. Ho chiesto un rinvio di dieci giorni per poter studiare al meglio il caso e poter stabilire così, in accordo con il co-difensore e l'assistito, la miglior linea difensiva da adottare. Mi è stato negato questo diritto. Si è proceduto all'interrogatorio alla presenza dell'avvocato Scarpa e mia, ma ero lì senza aver letto nulla, trovandomi costretto a difendere Butungu senza conoscere alcun dettaglio. La responsabilità della difesa è anche mia e credo che in questo modo di procedere, seppur di fronte a fatti gravissimi come quelli in esame, non si sia tenuto conto delle esigenze della difesa."

Condividi: