slider

Eventi 19/05/2018   18:11

Grande successo a Ravenna per l’11° Edizione di “Fare i conti con l’Ambiente”

Grande successo per la tre giorni (dal 16 al 18 maggio) che hanno fatto registrare una grande partecipazione; elevata qualità del programma con formazione accreditata dagli ordini professionali; grande sorpresa con i neolaureati selezionati con il progetto G100 le conferme e novità di quest’importante edizione.
Ravenna, 18 maggio 2018
“Voglio esprimere la mia più viva soddisfazione – afferma l’assessore all’Ambiente Gianandrea Baroncini - per l’andamento delle iniziative previste dall’evento Fare i conti con l’ambiente che sta ottenendo ampie adesioni e partecipazione. Mi preme evidenziare la qualità delle occasioni formative, la professionalità degli esperti, l’efficacia e le positive ripercussioni che senz’altro la manifestazione consentirà in termini di rilancio di una coscienza ambientale e civica e per l’uso e l’incremento di buone pratiche utili a vivere la quotidianità in sintonia con la natura e il mondo che ci circonda”.
E’ stata una tre giorni di incontri, di informazione, di approfondimenti e conoscenza sulle nuove tecnologie e sui processi industriali, coniugando cultura e solidarietà ed offrendo eventi d’arte e spettacolo. Approfondimenti tematici sviluppati in collaborazione con reti esterne (associazioni, enti ed aziende), con il contributo del mondo delle università, dei ricercatori, dell’impresa, dei mass-media e del no-profit dedicati sia al mondo tecnico amministrativo sia ai cittadini.
Tantissimi i temi trattati: economia circolare, startup, sviluppo sostenibile, offrendo il meglio delle Buone Pratiche Internazionali, riflessioni sull’inquinamento dell’aria, protezione dell’ambiente costiero, intelligenza artificiale, energia, decommissioning. E poi, ancora, biometano, end of waste, trattamento acque, normative ambientali, rifiuti da costruzione e demolizione, edilizia sostenibile, fotovoltaico, compostaggio, rifiuti urbani, responsabilità e management.
Molto stimolante, come di consueto, la presenza del giornalista del Corriere della Sera Umberto Torelli per la conferenza sul tema - Nuovi mondi: “A.I. & Robot, amici o nemici?”, organizzata in collaborazione con il Rotary Club Ravenna Galla Placidia.

News 19/05/2018   14:53

UniPi: Il “PrandtlPlane”, l’aereo del futuro, prende forma

Il nuovo velivolo “PrandtlPlane” prende forma a un anno di attività dall’inizio del progetto PARSIFAL, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma di Ricerca ed Innovazione “Horizon 2020”. È stato infatti realizzato un modello in scala 1:50 della configurazione definita attraverso gli studi iniziali che sono stati fatti presso l’Università di Pisa e le altre sedi dei partner del progetto, con il coordinamento del professor Aldo Frediani, responsabile della ricerca.
La nuova configurazione del “PrandtlPlane”, con ali che “sorreggono” la fusoliera sia nella parte anteriore che in quella più vicina alla coda, oltre ai noti vantaggi in termini di riduzione della resistenza aerodinamica, consentirà infatti di trasportare fino a circa il 50% in più di passeggeri per ciascun singolo volo, consentendo dunque di realizzare quell’aumento di traffico viaggiante che sarà necessario per far fronte alle richieste del mercato, ma mantenendo in pratica lo stesso numero di voli e la piena compatibilità con gli aeroporti che oggi ospitano aerei con la stessa apertura alare. Corridoi più larghi e un maggior numero di porte di entrata e uscita, permetteranno di ridurre i tempi di imbarco e di sbarco, impattando in modo sostenibile su tempi di “turn-around”, e di stazionamento in aeroporto in generale. 

“Il PrandtlPlane si configura come la soluzione più promettente per conciliare il futuro aumento di richiese nel settore dell’aeronautica civile, con l’imminente saturazione degli spazi aeroportuali che stanno vivendo, sin da ora, grosse problematiche dovute al già troppo elevato numero di voli presenti – dichiara il professor Aldo Frediani – Le nuove soluzioni tecnologiche adottate nel PrandtlPlane permetteranno altresì di ridurre i consumi specifici, l’inquinamento ambientale e i costi di esercizio: questo è l’argomento principale che vedrà impegnati i ricercatori di PARSIFAL durante il prossimo periodo di attività”.
Gli studi di mercato fatti nel primo periodo di attività di PARSIFAL, mostrano come nei prossimi venti anni ci si aspetti un incremento di traffico aereo fino al 50% superiore ad oggi per rotte soprattutto continentali (corto e medio raggio), e proprio sulle quali il team di ricercatori ha deciso di orientare l’impostazione iniziale del velivolo. 
Il modello è stato presentato a due tra i principali eventi che si svolgono in Europa: la “Transport Research Arena (TRA-2018)” che ha avuto luogo a Vienna gli scorsi 16-19 aprile, e la “ILA Berlin Air Show (ILA-2018)”, svoltasi a Berlino dal 25 al 29 aprile, dove un team di docenti e di dottorandi dell’ateneo pisano ha partecipato su esplicito invito della Commissione Europea, che ha peraltro ospitato il modello presso i propri stand espositivi.
Fonte: UniPi

Eventi 19/05/2018   12:07

Bellaria Igea Marina: "AIR SHOW" del 2 e 3 Giugno

Prende forma il programma di volo di quella che è annunciata come la più importante manifestazione aerea dell’anno nel panorama nazionale: il Bellaria Igea Marina Air Show in calendario nel primo weekend di giugno. Se da un lato le protagoniste assolute saranno le Frecce Tricolori, il team acrobatico più prestigioso a livello internazionale, che solcheranno il cielo di Bellaria Igea Marina per il quinto anno consecutivo, dall’altro non mancheranno altri ospiti di prim’ordine. Spiccano gli otto Alpha Jet della Patrouille de France, la Pattuglia Acrobatica Nazionale francese, una delle più antiche e importanti al mondo, cui si affiancheranno i sorvoli offerti dalle associazioni di volo locali, gli aerei del Reparto Sperimentale di volo dell’Aeronautica Militare, l’elicottero HH139 del 5^ Stormo di Cervia, il velivolo ATR42 della Guardia Costiera, il Breitling Jet Team composto da sei jet L39, un team civile formato da quattro YAK52, i sei L39 lituani dei Baltic Bees e tante altre sorprese di spessore internazionale.


L’evento è in programma domenica 3 giugno, indicativamente dalle 15.00 alle 19.00. A sancire l’importanza della manifestazione, la presenza delle telecamere Rai, con il servizio radiotelevisivo nazionale che ha scelto Bellaria Igea Marina quale teatro di una lunga trasmissione live dedicata alle Frecce Tricolori: la diretta, di oltre tre ore, andrà in onda su Rai 1 a partire dalle 15.30 di domenica 3 giugno, in concomitanza con lo spettacolo aereo. Anche le prove di sabato 2 giugno, vero spettacolo nello spettacolo, si terranno a partire dalle 15.00; ‘chicca’ dell’edizione 2018, il supplemento di spettacolo annunciato per la mattinata della domenica, quando effettueranno le prove i velivoli della Patrouille de France.  Il Bellaria Igea Marina Air Show 2018 avrà il suo baricentro nel villaggio aeronautico allestito sul porto canale ed aperto sia sabato 2 che domenica 3 giugno, dalle 11.00 alle 19.00. Il pubblico potrà visitare una seconda area stand in piazza Matteotti, aperta sabato e domenica dalle 16.00 alle 24.00, mentre nei prossimi giorni l’Amministrazione renderà noti gli eventuali provvedimenti temporanei in vigore durante i giorni della manifestazione, in tema di sosta e viabilità.

 

  (Foto di Fabrizio Guerrini).

Ambiente 19/05/2018   12:00

Enea: Energie pulite, rafforzare il ruolo delle donne in questo settore è un obbiettivo fondamentale

Rafforzare il ruolo delle donne nel settore dell’energia pulita è l’obiettivo dell’accordo di collaborazione, siglato tra l’Agenzia Internazionale dell’Energia e 4 paesi, tra cui l’Italia, Canada, Finlandia e Svezia, copre diversi ambiti: energie rinnovabili, efficienza energetica, tecnologie a basse emissioni di carbonio.  Il nostro Paese è rappresentato dall’ENEA, leader della task force per la raccolta dati e la formulazione di indicatori volti a individuare le barriere che ostacolano le donne nell’accesso e nella progressione di carriera. l’ENEA ha reso noti alcuni dati relativi alla presenza femminile in ruoli chiave nel settore energetico, che mostrano quanto il nostro Paese debba migliorare in vista di una effettiva parità. “I dati finora rilevati non sono in linea con quelli sulla formazione universitaria, che dovrebbe essere alla base del percorso di carriera. In Italia, infatti, nel 2014 la percentuale di donne laureate nei settori tecnico-scientifici, definite anche STEM, è stata pari al 53%, contro il dato del 58% relativo al totale delle lauree”, ha sottolineato Elena De Luca, dell’ENEA. 

Eventi 19/05/2018   11:01

Santarcangelo: Da oggi il via ai "balconi fioriti"

È tutto pronto per la trentesima edizione di Balconi Fioriti si parte da oggi sabato 19 e domenica 20 maggio. Per due giorni a Santarcangelo tutto parlerà il linguaggio dei fiori attraverso mostre, incontri, laboratori e spettacoli per festeggiare un compleanno speciale, quello dei trent’anni. Già dalla giornata di ieri si iniziavano i preparativi per una delle feste più amate nel riminese. Grande il dispiegamento di forze che si aggirava ieri per Santarcangelo e non sono mancati i controlli. 
Tante attrazioni e fiori ovunque oltre al buon cibo ci aspettano per questa due giorni, buon divertimento a tutti.

 

 

 

 

 

 

News 19/05/2018   10:29

Tutti contro il "Grande Fratello", anche l'Enpa si dissocia dai comportamenti dei partecipanti

L’Ente Nazionale Protezione Animali ha dato mandato al proprio ufficio legale di assumere ogni iniziativa utile e opportuna in merito alle parole pronunciate dal concorrente del Grande Fratello, Filippo Contri, il quale – davanti  a milioni di italiani – ha fatto una vera apologia dei reati contro gli animali e deve per questo essere squalificato. Contri,  infatti, non solo ha detto che per educare i quattro zampe è necessario prenderli a calci, il che è evidentemente maltrattamento, ma ha sottolineato l’opportunità di tagliare coda e orecchie ai doberman, è anche questo è maltrattamento. Attenzione, però, perché non si tratta né di facezie né di un pour parler: nell’uno e nell’altro caso si tratta di delitti puniti con la reclusione e un multa. Inoltre è bene ricordate che la caudotomia e la conchectomia – così si chiamano, rispettivamente, il taglio della coda e delle orecchie – possono essere praticate soltanto in presenza di patologie veterinarie e non per motivi estetici configurando altrimenti un reato.

Ma quello dell’istigazione a delinquere non è l’unico elemento  preso in considerazione dai legali di Enpa, secondo cui le parole di Contri potrebbero equivalere a un’autodenuncia. Bisogna infatti capire se il 25enne romano, proprietario di un cane, abbia praticato il taglio delle orecchie e della cosa al suo cane: in quanto caso, ove l’intervento non avesse ragioni veterinarie, potrebbe essere denunciato per maltrattamento.

Oltre al profilo possibile giudiziario delle dichiarazioni e dei comportamenti di Filippo Contri, questa edizione del Grande Fratello pone un chiaro ed evidente problema di natura sociale, etica e culturale per i contenuti di cui il programma si è fatto veicolo. «Le donne ieri, i cani oggi: dalla crudeltà di genere alla crudeltà di specie. Sembra proprio che nell’edizione 2018 i concorrenti stiano manifestando un gusto sadico nel prendere di mira le categorie più deboli; quelle che più di tutte pagano il prezzo della violenza umana. Questa – commenta la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi – è una inaccettabile esaltazione della violenza; uno sdoganamento di reati che nella nostra società non devono avere cittadinanza e che invece vengono rappresentati alla stregua di un gioco, di uno scherzo, di un divertissement. Di fronte a questo c’è solo una cosa da fare: cambiare canale».

Cronaca 19/05/2018   09:30

Ravenna: Arrestato un 58enne, per atti persecutori nei confronti di quattro studentesse

Nella serata di martedì scorso, la Polizia di Stato ha arrestato in flagranza di reato R.A., 58enne ravennate, ritenuto responsabile del delitto di atti persecutori ai danni di quattro giovani studentesse. La misura restrittiva è stata adottata nel contesto di attività di indagine già avviata nei confronti dell’uomo, pregiudicato per reati contro la persona e per violazione alla normativa sugli stupefacenti, a seguito di denuncia presentata nei giorni scorsi da quattro studentesse che lamentavano che lo stesso, dai primi giorni del mese di aprile aveva iniziato dapprima ad infastidirle, poi ad offenderle e minacciarle di morte in quanto a suo dire ritenute coinvolte nel suo arresto avvenuto, per detenzione di sostanze stupefacenti.

Comportamenti vessatori, urla in strada con minacce di morte, ripetuti atteggiamenti violenti con petulanti tentativi di accedere nel condominio ed alla porta delle studentesse, nonché con pedinamenti in strada, aveva destato nelle ragazze un profondo stato di ansia e di paura al punto di modificare le proprie abitudini di vita sino ad indurle a cambiare abitazione. Nella mattinata di ieri, R.A. è stato controllato da personale delle Volanti che nel contesto lo denunciavano a piede libero perché trovato in possesso di un coltello ed uno stiletto a bordo dell’auto.
Le indagini, scaturite dalle denunce delle parti offese, condotte dalla Squadra Mobile della Questura, hanno consentito di acquisire fonti di prova in ordine alle responsabilità di R.A. che è stato anche videoripreso, in inequivocabili atteggiamenti ingiuriosi, minacciosi e persecutori nei confronti delle quattro ragazze. Questa mattina l’indagato è stato presentato al Giudice per le Indagini Preliminari, dr.ssa Cecilia Calandra, per l’udienza di convalida dell’arresto; nella circostanza il G.I.P. ha accolto la richiesta del Pubblico Ministero titolare dell’indagine, dr.ssa Angela Scorza, convalidando l’arresto e disponendo la custodia cautelare in carcere dell’uomo.

 

Eventi 19/05/2018   09:28

Ravenna: “Il grande calcio nel passato" per gli appassionati appuntamento da non perdere

“Il grande calcio nel passato” è il tema della mostra che si terrà da venerdì 25 a domenica 27 maggio a Palazzo Rasponi dalle Teste organizzata dalla Federazione italiana collezionisti materiale calcio (Ficmc), con la collaborazione del Comune attraverso gli assessorati allo Sport e alla Cultura e Ravenna football club.
Venerdì alle 10.30 è prevista l’inaugurazione cui interverrà l’assessore allo Sport Roberto Fagnani.
Si tratta di un’esposizione di cimeli legati al gioco del calcio di varia natura: dai manifesti alle fotografie, dalla filatelia alle medaglie e ai gagliardetti, dagli adesivi agli stemmi ricamati d’epoca fino alle figurine per un periodo che va, partendo dai ricordi del “Grande Torino” e dai mondiali degli anni Cinquanta fino agli anni Ottanta.

“Gli appassionati del calcio – afferma l’assessore Fagnani - non potranno mancare questo viaggio sentimentale in quello che indubbiamente è lo sport più popolare. Ma la mostra è per tutti dal momento che, attraversando la storia del calcio, anche mondiale, ma soprattutto italiano, è possibile ripercorrere la storia della nostra nazione: ogni evento sportivo è infatti ricollegabile a un preciso momento storico nella memoria di chi c’era e lo ha vissuto”. 
La rassegna, già esposta a Torino, nella sede del Lingotto, in occasione del primo salone del calcio in Italia voluto dall’avvocato Agnelli, è stata negli anni presentata, tra gli altri, a Forte dei Marmi, Bellinzona, Varazze, Firenze, Verbania, Pallanza.
Tra i numerosi oggetti di rilievo in mostra un frammento dell’aereo G-212 I-Elce precipitato a Superga che aveva a bordo la squadra del Torino, la maglia originale della Nazionale italiana a cavallo degli anni settanta, il gagliardetto dell’Inter campione del mondo del 1964, la bandierina dei giocatori brasiliani per i mondiali di Messico 1970, vari ricordi legati ai vittoriosi mondiali di calcio di Spagna del 1982.
La mostra è nata da un’idea di Gian Claudio Bruno, che nel 1979 fu il primo presidente della neonata Ficmc. Appassionato e cultore della memoria storica del calcio, Bruno si dedica da sempre al collezionismo dello sport del calcio in maniera ampia e generalizzata e perciò in grado di assecondare le aspettative di tanti appassionati.
La mostra sarà aperta al pubblico al venerdì dalle 15 alle 18; sabato e domenica dalle 11 alle 18.

News 19/05/2018   09:01

A Roma Fiaip aderisce alla Manifestazione del 24 maggio contro l’immobilismo dell’Amministrazione

Gli agenti immobiliari di Fiaip Roma aderiscono alla Manifestazione del 24 maggio prossimo a Roma  “Uffici Immobili. La tua casa Trac(r)olla”,  indetta dall’'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma e il Collegio Provinciale dei Geometri di Roma che si svolgerà giovedì prossimo alle ore 9.30 a Piazza del Campidoglio.  La manifestazione “Uffici Immobili. La tua casa Trac(r)olla”, che vede anche l’adesione dell’Oice, dell’Associazione italiana amministrazioni e condomini e  Confedertecnica,  è stata promossa per far sentire la voce dei professionisti tecnici e dei cittadini contro l’immobilismo dell’Amministrazione Capitolina su tre temi: Affrancazione, Condono edilizio e Archivio Progetti. L’iniziativa nasce a seguito delle numerose difficoltà incontrate dai professionisti e dai tecnici nel collaborare con il Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica- PAU - del Comune di Roma. I danni di questa paralisi non sono solo per i professionisti, costretti a non poter portare a termine il loro lavoro, ma soprattutto per i cittadini e per le categorie produttive a cui sono negati i propri diritti, non potendosi “sbloccare le pratiche” che riguardano le loro case e le loro attività commerciali.  

Nel pomeriggio alle ore 14.00 presso il Tempio di Adriano, in Piazza di Pietra, è prevista inoltre una tavola rotonda, moderata dalla giornalista Simona D’Alessio che vedrà la presenza di Carla Cappiello, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, Bernardino Romiti, Collegio provinciale Geometri di Roma, Giuseppe Donato Tomba, Collegio dei Periti industriali e P.I. della Provincia di Roma, Alessandro Ridolfi, Comitato Noi Professionisti, Stefano Nobili, Presidente Fiaip Roma, Aldo Olivo,  Confedertecnica e Valter Macchi, O.I.C.E. Lazio. “L'economia romana è ferma e i danni sono ingenti – dichiara Stefano Nobili, Presidente Fiaip Roma.   E' giunto, quindi, il momento di reclamare ascolto e confronto proattivo da parte dell’ Amministrazione del Comune di Roma. Presso il Dipartimento di Programmazione ed Attuazione Urbanistica è ormai divenuto impossibile accedere ai fascicoli detenuti dall’archivio dipartimentale, attività propedeutica e necessaria per la vendita degli immobili e per la realizzazione di un qualsiasi intervento sul patrimonio edilizio esistente. Giacciono, inoltre, presso lo stesso dipartimento diverse migliaia di istanze di affrancazione dal prezzo massimo di cessione: pratiche inevase, che limitano il diritto dei cittadini a vendere i propri immobili sul libero mercato”

“Noi professionisti  manifestiamo insieme – sottolinea Nobili, Presidente di Fiaip Roma -  perché,  operando sempre nel rispetto del quadro normativo esistente, confrontandoci quotidianamente con il Dipartimento di Programmazione ed Attuazione Urbanistica, constatiamo lo stato di stallo in cui versano migliaia di transazioni immobiliari, tutti gli interventi sul patrimonio edilizio esistente, i lavori di recupero delle periferie, la rigenerazione urbana, le procedure esecutive immobiliari ed ogni altra attività che abbia ad oggetto il patrimonio edilizio esistente e la sua valorizzazione. ” Si chiede agli iscritti Fiaip di Roma un’adesione massiccia all’evento, per unire le forze con le altre organizzazioni e per richiedere una soluzione comune.

Senza bolletta 18/05/2018   19:12

I pronostici del Venerdì [Calcio]

Questa settimana, Pick for Win consiglia agli appassionati delle scommesse calcistiche le partite migliori su cui puntare: 

Scopri di più su Pick For Win
►► http://www.voce23.it/pick-for-win-la-statistica-riminese-per-scommettere-consapevolmente/
►► http://www.pickforwin.com/it/

Eventi 17/05/2018   16:29

A Riccione "DOMINA", a Villa Franceschi la rassegna dedicata al ruolo della donna nel Medioevo

Il 18 e 19 maggio Villa Franceschi ospita “Domina”, un progetto ideato dalla Commissione Pari Opportunità e dall’Associazione Internazionale Identità Europea, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, che ha l’obiettivo ambizioso di riscoprire il ruolo reale e lo status sociale della donna in epoche passate. L’edizione 2018 è dedicata al Medioevo e al ruolo che le donne ricoprirono in questo periodo, a dispetto di una vulgata tanto disinformata quanto superficiale. La serata di apertura, venerdì 18 maggio alle ore 21 (ingresso libero), è introdotta da Adolfo Morganti, presidente dell’Associazione Identità Europea, e vede protagonista il concerto del gruppo musicale femminile "La Reverdie", ensemble vocale e strumentale dedicato allo studio e all'esecuzione di musiche del Medioevo che ha all’attivo una vasta discografia e la partecipazione a festival internazionali, un repertorio che continua a stupire pubblico e critica per la capacità di approccio sempre nuovo ai diversi stili della tradizione europea.

Il tema della serata, Domina: il sesso forte nel Medioevo, sarà affrontato dalla docente Elena Percivaldi, saggista e storica. La rassegna prosegue sabato 19 maggio (ore 17.00) con incontri tematici volti ad indagare le radici e le caratteristiche delle più significative figure femminili dell’epoca medievale, una serie di appuntamenti coordinati da Valerio Savioli, referente dell’Associazione Identità Europea. La giornalista e ricercatrice Annalisa Terranova racconterà della badessa e mistica Ildegarda di Bingen, gli studiosi e archeologi Ferruccio Cortesi e Carla Iacono Isidoro interverranno su temi dal titolo Streghe in Romagna e Caterina Sforza, la condottiera, la scrittrice Rosella Omicciolo Valentini, studiosa di alimentazione medioevale, tratterà del cibo e del gusto dell’epoca medievale. Il commento musicale a corredo degli interventi è affidato all’Istituto Musicale di Riccione, i cui docenti e allievi con voce, chitarra e violino eseguiranno brani medievali e antichi. Brindisi finale a cura dell’enoteca Il vicolo di Bacco.

Informazioni:  Villa Franceschi- via Gorizia 2- tel.0541-693534 IAT Riccione – tel 0541-426050

Eventi 17/05/2018   16:10

Bellaria Igea Marina: La Borgata che danza XXVI edizione Festival di strada di musiche della tradizione

La Borgata che danza”, conosciuta a Bellaria Igea Marina anche come “Festa della Borgata”, è un festival dedicato alle antiche forme di musica popolare, in particolare quelle tramandate attraverso i modi della comunicazione orale e visiva senza l’ausilio della scrittura. Il Festival si propone di riscoprirne il significato nei contesti attuali, chiamando a confronto realtà emiliano-romagnole impegnate nello studio, nella pratica e nella valorizzazione dei repertori musicali e coreutici tradizionali locali, o di altre culture presenti nella regione. La manifestazione si tiene nel nucleo storico della “Borgata Vecchia” di Bellaria, nelle vie Ionio e Romea. Il suo intento è anche di creare un forte momento di socializzazione nella vita del paese nel momento del “passaggio” alla stagione turistica estiva, e riportare alla luce il nucleo ottocentesco di “Borgo Osteria”, legandosi alla sua storia e alla sua gente. Il Festival, infatti, coinvolge spazi domestici, cortili interni e la storica via Romea (via consolare Popilia-Annia, 132 a.C.), che per l’occasione si trasformano in osterie, dove le famiglie del posto cucinano cibi tradizionali mentre gruppi di suonatori improvvisano canti e balli.

I momenti principali del festival

Tradizioni a Scuola: Giovani in… Folk!!! (15 maggio) è una rassegna rivolta alle giovani generazioni; vi partecipano scolaresche provenienti da varie parti d’Italia che danno vita a performance e interscambi didattici, nei quali ognuno racconta le tradizioni musicali e coreutiche del proprio territorio e il modo in cui le ha studiate. E’stata ideata nel 2009 dall’Associazione culturale riminese“Fermento Etnico” che ne cura autonomamente l’organizzazione, in collaborazione con il Comitato “Giovani in… Folk!!!”, gli Istituti Scolastici Comprensivi e l’Assessorato alla Scuola di Bellaria e di Igea Marina. Giovani in ... Folk!!! è la festosa anteprima del Festival.

Il secondo appuntamento con il mondo della scuola è con lo spettacolo “Semino passi, raccolgo danze”, (domenica 20 maggio, ore 19) realizzato dalla Scuola Primaria “Giosuè Carducci”, il plesso scolastico della Borgata Vecchia da sempre attivo al Festival con contributi originali.

Tràdere propone incontri aperti a confronti e riflessioni sul folk contemporaneo nei suoi molteplici aspetti, in particolare i processi culturali di trasmissione delle tradizioni nei nuovi contesti, i fenomeni della riproposta/invenzione delle tradizioni popolari, la rappresentazione e trasformazione delle identità e delle culture locali, il lavoro di ricerca, le fonti documentarie, la didattica.Tràdere è anche l’occasione per conoscere da vicino i gruppi musicali, i ricercatori e gli studiosi presenti nei giorni del Festival, avere informazioni sulle loro attività, sulle produzioni discografiche ed editoriali.

  • Incontri: Il primo appuntamento (18 maggio, ore 21,15) è con Note di viaggio….”, una conversazione di parole e musica con Valentino Tucci sulla musica tradizionale scozzese e i suoi punti di contatto con quella dell’Emilia-Romagna. Il secondo appuntamento (20 maggio, ore 17,30) è con “Il Gruppo Emiliano si racconta”, libera conversazione con uno dei gruppi di musica popolare più “antichi” e interessanti del panorama regionale.
  • Laboratori: quest’anno saranno attivi quattro laboratori, “Ceilidh music” (19 e 20 maggio), corso pratico introduttivo - in tre sessioni indipendenti - al violino scozzese, condotto da Valentino Tucci (iscrizione obbligatoria tel. 0541 343746); “Da un pugno di terra ad un uccellino fischiettante" (19 e 20 maggio), laboratorio per grandi e piccini per la creazione di un piccolo fischietto artistico popolare, curato da Anna e Maurizio Moretti; “I cori d’osteria nelle montagne piacentine” (20 maggio ore 11), esercitazione di canto con il gruppo spontaneoGli Amici delle Valli; infine “Primipassi con le danze tradizionali siciliane” (19 maggio ore 17,30) condotto dal gruppo Shekelesh.

Voci del dialetto, la sezione dedicata alle parlate dialettali (20 maggio, ore 18,30) propone un incontro con Adriano Barberini, pescatore di Bellaria, che presenta il suo ultimo libro “Us fa par dói. (Si fa per dire). 100 detti popolari nel dialetto bellariese e igeano”; Adriano eseguirà anche canti della tradizione marinara locale accompagnato dall’Uva GrisaL’Inserenata (19 maggio, dopo la mezzanotte) concerto notturno dedicato al canto, all’ascolto puro della voce a cui partecipano tutti i cantori dei gruppi presenti.

Balloinpiazza e Girotondo (19 e 20 maggio) sono rassegne dedicate al ballo e alla musica di strada; la prima si tiene nell’antica via Romea, lo spazio più adatto per danzare; la seconda si svolge in forma itinerante nelle osterie e lungo le strade del Borgo. A questa edizione partecipano i gruppi: L’Uva Grisa, Dal Vangelo Secondo (Romagna); Shekelesh (Sicilia-Romagna); Trio Iftode (Romania-Romagna); Organetti di Montalto (Marche-Romagna). Gruppo EmilianoI Musetta e Gli amici delle Valli piacentineLame da barba (Emilia). Vagatrìo(Campania-Marche). Duo Francesco Cavuoto e Cesare Groccia (Puglia-Calabria-Romagna).

Inmostra (19 e 20 maggio) la sezione espositiva, presenta:

Fischietti artistici, ocarine di Budrio ed altri strumenti a fiato della tradizione popolare”, una mostra realizzata da Anna e Maurizio Moretti“Parole per Iole. Sentieri espressivi - Storie in circolo”, un allestimento curato dai bambini delle classi 1A e 1B della Scuola Primaria “Tre Ponti”.

Borgosteria, (19 e 20 maggio, dalle 19 alle 23) riguarda i momenti conviviali e la gastronomia del Festival: è l’invito a bisbocciare in allegria, a bere e mangiare cibi tradizionali nel fragore delle cantate e delle suonate. Nei cortili e nelle strade saranno allestite per l’occasione le osterie “da Magnùl”, “da Guiròin”, “da Marascòun”, a cura del Comitato Borgatavecchia; l’osteria“La Speranza” a cura del gruppo “Agl'Azdàori 'dla Burgàeda”; inoltre il ristorantino della Borgata Vecchia “Fabrica Cocktails e Cucina” presenterà un menù speciale.

Presso il Punto informativo del Festival (19 e 20 maggio, dalle 18 alle 24) sono disponibili cd, editoria ed altri materiali prodotti dai gruppi partecipanti.

News 17/05/2018   16:01

Enpa: Per Assalco è boom di pet per gli italiani. Al governo che verrà chiediamo un cambio di passo

La ventunesima edizione del rapporto Assalco, diffusa oggi, conferma il grande amore degli italiani per i pet. Un dato su cui riflettere sono quei 58 Disegni di legge presentati nelle aule parlamentari, in materia di diritti e di tutela animali, e mai approvati. Come nel caso, giusto per citarne uno, di quello relativo alla possibilità per i vet di prescrivere farmaci generici a cani, gatti & Co. in luogo dei costosissimi farmaci ad esclusivo uso veterinario. Insomma, in Italia è boom di animali d’affezione ma gli unici a non  essersene accorti, come dimostrano i dati Assalco, sono proprio i nostri rappresentanti politici. Ai quali da anni l’Ente Nazionale Protezione Animali chiede l’introduzione di misure di favore per i quattro zampe – a partire dall’Iva agevolata per il pet food e le prestazioni veterinarie – anche in considerazione della crescente importanza sociale che essi stanno assumendo, basti pensare alla pet therapy o al supporto affettivo dato a tantissimi anziani.

Oggi un cambio di passo nelle politiche “animal friendly” non è più rinviabile. «Per questo – dichiara Enpa – al governo che verrà chiediamo una forte discontinuità. D’altro canto proprio i temi animalisti, sia per gli animali d’affezione che per i selvatici, potrebbero essere uno dei principali banchi di prova dell’effettiva volontà di cambiamento delle forze politiche».

News 16/05/2018   16:10

Marche: Gli sportivi europei vicini ai terremotati, al via Europe Game Road Bowling

Una gara di boccetta su strada tra oltre trenta squadre di rilievo europeo per testimoniare la vicinanza ai terremotati delle Marche. Ecco l’intento dell’Europe Game Road Bowling, il Campionato Europeo tra squadre rappresentative l’eccellenza agonistica di Germania, Olanda, Irlanda e Italia che questo fine settimana approda nelle Marche. Un progetto che inizia con una serie di visite generali sui luoghi del sisma che culmina domenica 20 maggio dalle 8,30 con la gara a Serravalle di Chienti. Ma prima, sabato 19 maggio, la delegazione di atleti, tecnici, accompagnatori e pubblico visiterà il territorio insieme alle autorità locali a partire da Muccia, poi Castelsantangelo sul Nera, Ussita, Visso, e alle 13 la cerimonia di apertura dei giochi a Pieve Torina.

Circa mille persone conosceranno la realtà ferita dal terremoto e la sua capacità di ripresa, l’accoglienza e le peculiarità di una regione ricca d’arte e cultura, assisteranno allo spettacolo degli alfieri e musici della Cavalcata dell’Assunta di Fermo e degusteranno l’enogastronomia locale. L’evento verrà presentato con una CONFERENZA STAMPA venerdì 18 maggio alle 14 al padiglione arrivi (piano terra) dell’aeroporto di Falconara, non appena gli atleti saranno atterrati dai rispettivi luoghi di provenienza e verranno accolti dall’assessore regionale Angelo Sciapichetti. Il progetto è stato ideato e realizzato dall’ABIS (Associazione Boccia alla Lunga Italiana Sportiva), con l’adesione dell’IBA (International Bowlplaying Association), FIG e ST (Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali) in collaborazione con Regione Marche, Coldiretti, Comitato Serravalle di Chienti e dei Comuni del circondario. In occasione del 150° dalla morte di Gioachino Rossini la gara è stata dedicata al musicista più amato in Italia e nel mondo, la sua immagine sarà impressa nelle medaglie da collezione riservate a tutti gli atleti partecipanti e nelle opere in ceramica donate alle squadre vincitrici.

Ambiente 16/05/2018   15:30

La Regione Emilia Romagna approva il Piano di emergenza della diga di Mignano nel piacentino

La diga di Mignano (Pc) è la prima delle “grandi dighe” dell’Emilia-Romagna ad avere il via libera al nuovo piano di emergenza previsto dalle norme nazionali. Il documento serve a gestire in modo coordinato, programmato e sicuro ogni situazione di rischio legata alla presenza di una diga nel territorio, prevedendo gli interventi nei casi di ipotetico collasso dell’invaso, di rilasci molto abbondanti di acqua o del propagarsi di un’onda di piena. Approvato dalla Giunta regionale, è il frutto di un lavoro proseguito per mesi da parte dei tecnici dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile.

“Il via libera al piano giunge al termine di un approfondimento che ha impegnato alte professionalità con un elevato livello di competenze- sottolinea l’assessore regionale alla protezione civile, Paola Gazzolo-. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato all’attività, a partire dalla Prefettura, fornendo un prezioso contributo per la definizione di un documento di assoluta rilevanza. La priorità della Regione Emilia-Romagna è la sicurezza delle popolazioni, di chi vive e lavora sul territorio: il documento approvato va in questa direzione, stabilendo in modo preciso la catena di comando e il sistema delle responsabilità, utili anche per il collaudo che sarà curato dal Consorzio di bonifica, gestore della diga”.