slider

Eventi 16/07/2018   10:41

Rimini, Borgo San Giuliano. P.assaggi di vino: inno all'eccellenza

Borgo San Giuliano, Rimini, 13 e 14 luglio.

Venerdì e sabato sera all’insegna del buon vino e della giusta compagnia, Borgo San Giuliano in festa, una fiumana di gente si è riversata su Viale Tiberio, come un buon calice di vino rovesciato.

La  XVI° edizione di P.assaggi di vino, sbaraglia le aspettative e si dimostra un evento capace di attirare turisti e autoctoni con i piaceri più lodati del nostro Bel Paese, il vino e il buon cibo.

Il consorzio Strada dei vini e dei sapori dei Colli di Rimini, organizzatore della manifestazione, si ridimostra capace e attento alle esigenze ludiche, senza perdere spessore e qualità.

In due magiche sere, dal tramonto fino al sorgere delle stelle, il Borgo è stato sfondo e culla di piccoli concerti.

“…Ma per le vie del borgo (…) va l'aspro odor de i vini, l'anime a rallegrar.”

Lo scriveva il buon Carducci e non si può negare che sia veramente così, forse è il vino che alleggerisce i pensieri, ma nulla è sembrato imperfetto.

Dal ponte di Tiberio sul proseguire del viale, circa 30 piccoli stand erano affollati dagli appassionati intenditori e curiosi neofiti affascinati dal mondo dell’enologia d’eccellenza, stand che rappresentavano le cantine vitivinicole chiamate dall’entroterra. Le etichette portate in degustazione sono stati Sangiovesi Superiori Doc Romagna, Rebole, Biancami, Cabernet Doc colli di Rimini, Rosè.

Ovviamente tanto vino di qualità, ma non solo, dalle aziende della Strada dei Vini anche tante altre eccellenze enogastronomiche: dal pescato del nostro mare, sia fritto sia al cartoccio, alla migliore selezione di salumi e carni di Mora Romagnola, dai dolci di una volta, all’extravergine e alle confetture. Insomma, per tutti i gusti e palati.

L’augurio è che eventi di questo tipo siano ripetuti e non sottovalutati perché portano buon umore e miglior conoscenza dei prodotti di questa magnifica terra che tanto ci dà.

Una buona estate Rimini!

 

Ilaria Ferrari

News 14/07/2018   11:30

Musica: Intervista al rapper GARO, il suo album “The winner is”.

Garo, cinque tracce molto incisive, partiamo dalla prima che dona il nome all'EP “The winner is”, cito “...Io mi sento primo sempre, perchè mi sveglio,ed il mio corpo respira e ci sente, non è attaccato ad una presa di corrente...”,parole molto chiare, dove esalti la vita e l'indipendenza. Che circostanze ti hanno indotto a scrivere questo testo?

<<In realtà, tante e nessuna in particolare. Faccio fatica a costringere la vita in compartimenti stagni, quindi ogni situazione in cui mi trovo mi fa collegare ad altre esperienze, atteggiamenti ecc. che alla fine mi conducono ad un sottofondo di insoddisfazione comune dove non si è più contenti di nulla. Quando nel ritornello dico “mi sveglio ed il mio corpo respira e ci sente, non è attaccato ad una presa di corrente” faccio riferimento proprio a questo. Camminare con le proprie gambe, vedere con i propri occhi, respirare senza l’ausilio di macchine, poter parlare, ascoltare, toccare in piena autonomia, è già una grande fortuna che molti non hanno, io partendo da questo concetto ho iniziato man mano ad apprezzare sempre più tutto quello che faccio, chissà che non faccia venire l’acquolina anche a qualche ascoltatore. Le strofe invece sono un più incentrate su situazioni dove si è primi, ma non ci si fa caso o si danno per scontate “Dedico il primo grazie a chi mi ha reso tale, primo dal primo Natale , sapevo solo nuotare e già ero primo su milioni schizzati dentro mia madre”. Siamo già i primi sul podio ancora prima di avere una forma umana, perché dovremmo vivere una vita che non lo rispecchia?>>

 

Parliamo un po' del tuo excursus musicale e proseguiamo con 5AM, ambientata a Torino che messaggio volevi dare con questo testo?

<< 5AM è le traccia che forse preferisco dell’EP, è uno storytelling bello e buono che pesca anche molto dal personale, dove ho voluto puntare sul trasmettere immagini più che messaggi attraverso le parole. Se proprio un concetto deve esserci il significato è che, fondamentalmente, tutti ci spacchiamo la schiena per raggiungere i nostri obiettivi pensando di fare o meritare sempre qualcosa in più degli altri, e in questo testo invece ti scontri con il fatto che “non fai nulla di così tanto speciale”. Perché racconto che è la mia routine quotidiana. E se ti ci rispecchi, è anche la tua e quella di chissà quante altre mila-persone. Quindi appunto, non fai nulla di speciale, lavora a testa bassa a prescindere dai risultati e soprattutto dagli altri>>.

 

 In “Ti brucia l'anima”, “...Intanto salvo l'anima che il corpo sarà marcio...”, come salva la sua anima Garo? Quanto i tuoi pezzi ti rappresentano?

<< Mi viene da sorridere e confessarti che a “salvarmi” è la purezza dell’intento, e mi fermo qui sennò trasformiamo l’intervista in un meeting pseudo-religioso! A parte gli scherzi, il ritornello di questa traccia da molti spunti a cui agganciarsi, faccio appello alla curiosità, al confronto con gli altri, al farsi una cultura, insomma, a molte delle cose che ti servono per avere una vita ricca (ricca. Punto.). Tutte cose che se non sono prese in considerazione “ti bruciano l’anima”>>. 

 

Quanto è importante per te la saggezza? Spesso ripetuta nei tuoi testi e che valenza e significato gli dai?

<< Per me la saggezza è sinonimo di intelligenza, e il significato che le do è quello classico da vocabolario. Cioè non essere un filantropo per intenderci, ma essere sufficientemente elastici mentalmente da non essere mai, o il meno possibile, in difficoltà in qualsiasi situazione. Ed è importante perché ti porta a studiare (che siano libri, persone o sensazioni)  per essere sempre più in grado di essere saggio anche se  è “solo” una conseguenza>>. 

 

 “Balla” conclude il tuo lavoro, cito :“... ridammi il tempo che mi devi...”, quanto conta il tempo per te?

<<Balla è la traccia alla quale sono più affezionato di tutto il disco, perché è la Prima traccia ufficiale in assoluto dei Dish Fillers, il gruppo che vede me al mic e DJ FUZZ alle produzioni e a qualsiasi strumento musicale gli mettiate in mano. Credo di parlare anche a nome suo quando dico che questo è il suono che ci rappresenterà, e in questo pezzo si sente forte “L’ormai non ci fermate”, lo abbiamo fatto accadere troppe volte. Proprio perché il tempo conta molto, tutto probabilmente. è solo da un paio d’anni che sono riuscito a dedicare il tempo che voglio e come voglio alla musica. Avendo iniziato a lavorare da quindicenne come cuoco, ho avuto forzatamente a disposizione poche ore da dedicare rispetto a quanto volessi, e ora invece sono riuscito a invertire il gioco. Al lavoro che mi ha assorbito si sono aggiunte poi tutte quelle persone con le quali avvii dei progetti in cui ti fiondi anima e corpo ma ti lasciano in sospeso in eterno, se glielo permetti. Ed ora non lo permetto più, nel testo dico “la prima volta sono stati bravi a coglionarmi, dalla seconda sono io coglione non gli altri bastardi”, perché comunque in tutto quello che imputiamo agli altri di farci c’è anche la nostra responsabilità e nelle terza strofa lo accentuo molto>>. 

 

Quali sono i tuoi contatti sul  web e quali progetti hai a breve termine? Grazie per la disponibilità fornitaci.

<<Siamo già a lavoro con DJ FUZZ per il disco ufficiale che uscirà sempre per kryptonite muzic, la family che sta credendo in noi e che siamo fieri di rappresentare in giro per tutte le serate a cui performiamo. Ci saranno presto dei video, pescando delle tracce sia dall’EP The Winner Is sia da inediti, insomma come sopra : ormai siamo partiti non ci fermate!>>

 

Dott.ssa Agnese Monaco

 

Per tutti i contatti :

 https://www.facebook.com/dishFillers/

https://www.facebook.com/garoohm/

https://www.instagram.com/dish_fillers/

https://www.instagram.com/kryptonitemuzic/

http://www.kryptonitemuzic.it/

https://www.jamendo.com/artist/508458/garo

 

Sport 14/07/2018   11:21

Rimini for Mutoko. Alla Runrise tanti cuori buoni corrono al sorgere del sole

Rimini. Spiaggia bagno 34, 14 luglio.

È un sabato mattina qualunque, non ha nulla di diverso dagli altri giorni, chi è riuscito a scampare al venerdì 13, tira un sospiro di sollievo e chi invece non è superstizioso non ha niente da festeggiare o di diverso dal solito da fare.

In realtà, qualcosa di strano c’è e la mia testa lo sente bene, visto che necessita della mia mano per restare sù e il mio corpo si sente sicuramente più rigenerato, come il cuore.

Correre per Rimini for Mutoko è un’esperienza che consiglio vivamente a tutti di provare, soprattutto se fatto al sorgere del sole. Stamattina, 14 luglio, alle 5.40 si è svolta la Runrise, camminata-corsa durante le prime ore dell’alba, per ammirare uno spettacolo naturale, risvegliare il proprio corpo, ma ancora più gratificante se sappiamo che è stato fatto per qualcuno che ha veramente bisogno.

Rimini for Mutoko è una ONLUS nata nel 2016, da un gruppo di amici e famiglie già associato che ha dedicato e dedica parte del proprio tempo libero a progetti di utilità sociale, nato da un’idea di Giorgio Casadei nel 2001.

La Runrise è alla sua terza edizione ed è sempre più apprezzata dai riminesi, così come gli altri eventi sportivi organizzati durante tutta la settimana al bagno 34.

Nonostante l’ora da sonno, la spiaggia di fronte al bagno 34 era gremita di persone, dalle più giovani ai più maturi e non sono mancati nemmeno i loro amici pelosi. Tutti insieme per una corsa che simboleggia molto.

Il costo dell’iscrizione sarà devoluto ad un progetto, il quale obiettivo è quello di riuscire a salvare più bambini africani possibili che abbiano problemi di cuore, portandoli in Italia a farsi curare ed operare da medici competenti per poi ritornare a casa più forti di prima.

È un progetto che non ha solo un obiettivo pratico, ma fa anche bene al cuore di chi con quel poco che ha si mette a disposizione. Il motto di questa associazione di amici è: “Tante briciole messe insieme formano un panino e un panino vuol dire salvare la vita a un bambino”.

Questa corsa può essere interpretata come una grossa metafora, insita in questo sport, correre significa metterci molto impegno, volontà e passione per arrivare alla propria destinazione e forse questo è il messaggio importante e intrinseco a questa manifestazione, la volontà e la messa a disposizione di molti può portare a grandi mete. Ancora di più se come sfondo si ha la suggestiva nascita del sole, a simboleggiare quanto può essere creato e costruito tutti insieme, perché una speranza nuova esiste sempre.

Rimini for Mutoko, è un tesoro da scoprire, potete visitare il loro sito e conoscere i tanti progetti: https://www.riminiformutoko.it/?v=cd32106bcb6d.

Il bene, fatto in silenzio, non ha mai fatto così tanto rumore!

 

Ilaria Ferrari

Sport 13/07/2018   16:24

Si chiama "Poggio Torriana in bici" ed è il primo servizio di e-bike sharing comunale in Valmarecchia

Il primo, che utilizza biciclette a pedalata assistita. In questa fase sperimentale sono tre le e-bike messe a disposizione

Poggio Torriana ha aperto il suo primo punto di e-bike sharing comunale! Da maggio presso il centro sportivo Giulio Torroni ha preso avvio il servizio di noleggio di biciclette elettriche denominato "Poggio Torriana in bici".

Il progetto è promosso dal comune in collaborazione con l’associazione ASD atletico Santarcangelo, e la ditta locale World Dimension per favorire la mobilità sostenibile e l’attività cicloturistica sul territorio.

In questa fase iniziale sono state messe a disposizione due mountain bike e una city bike elettriche, quest'ultima dotata di seggiolino per bambini.

“La scelta di utilizzare biciclette elettriche, e non semplici biciclette, offre la possibilità, anche ai meno allenati, di poter muoversi anche su un territorio collinare come quello di Poggio Torriana e della Valmarecchia in generale, grazie al sistema di pedalata assistita. Un’opportunità questa, anche per usufruire delle nuove piste ciclabili che sono state realizzate, e che collegano il nostro territorio a quelli limitrofi, fino al mare. ”

Accedere al servizio è semplice. Presentandosi alla segreteria del Centro Sportivo comunale con un documento d’identità e compilando il modulo con presa visione del regolamento, si avrà la possibilità di acquistare i buoni/ore al costo di €2 all’ora.

Il servizio è attivo nei giorni di apertura del Centro Sportivo comunale G. Torroni (Via Costa Del Macello, 2) nei seguenti orari:

Lunedì, Mercoledì e Venerdì:  9 -12 / 14:30 - 19

Martedì e Giovedì:  9 - 12 / 15 - 19

Sabato e Domenica : Solo su prenotazione

Le prenotazioni, consigliate anche nei giorni feriali, vanno effettuate presso la segreteria del Centro Sportivo di persona o telefonando a uno dei seguenti numeri:

0541-629415  Segreteria

335-5893391 Glauco

340-1079886 Marco

333-2262425 Tomas

 

Per maggiori informazioni rivolgersi alla segreteria del Centro Sportivo o visitare il sito del comune di Poggio Torriana http://www.comune.poggiotorriana.rn.it/

Cultura 13/07/2018   16:09

Primo colpo di teatro al Galli: le voci di Toni e Peppe Servillo ad inaugurare la stagione di prosa

Dopo Cecilia Bartoli per la musica, anche la stagione teatrale del Galli si presenta con una inaugurazione prestigiosa per una ‘prima’ da ricordare. Ad aprire la programmazione di prosa nel rinato teatro polettiano sarà infatti uno dei nomi più acclamati della scena italiana, Toni Servillo, che sarà protagonista sul palco riminese martedì 30 ottobre insieme al fratello Peppe, storica voce e anima degli Avion Travel. La coppia, che già ha conquistato il pubblico internazionale con Le voci di dentro, rinnova in scena il loro sodalizio artistico con “La parola canta”, spettacolo che aprirà il turno D – altri percorsi e segnerà quindi il debutto dell’intera stagione.

La parola canta è un concerto, un recital, una festa di musica, poesia e canzoni che celebra Napoli, l’importanza dell’incontro fra le epoche e della più ampia condivisione culturale. Con il supporto dei Solis String Quartet, Toni e Peppe Servillo cantano poesie e recitano canzoni, facendo rivivere e  rendendo omaggio ad  alcune delle vette più alte della cultura scenica partenopea, fra letteratura, teatro e musica. Ripercorrendo alcuni brani indimenticabili di autori della classicità partenopea come Eduardo De Filippo e Raffaele Viviani fino ai contemporanei Enzo Moscato e Mimmo Borrelli, La parola canta vuole essere uno spettacolo dove il teatro si fa musica e la musica si fa teatro, ma anche un omaggio alla straordinaria fertilità artistica della cultura partenopea.

La parola canta sostituisce, sempre per il turno D, lo spettacolo annullato Il senso della vita di Emma scritto e diretto da Fausto Paravidino, inizialmente previsto per il 3 aprile 2019. Restano invariati i prezzi di abbonamenti e biglietti.

 

Campagna abbonamenti

La campagna abbonamenti prende il via ufficialmente domenica 15 luglio, con la prelazione per gli abbonati della passata stagione. Si proseguirà fino al 4 agosto al Teatro Novelli, secondo calendario di appuntamenti consultabile on-line. La sottoscrizione dei nuovi abbonamenti partirà sabato 8 settembre, sempre al Teatro Novelli.

 

ORARI BIGLIETTERIA (salvo se diversamente indicato)

martedì e giovedì 10-14, 15-17.30 / mercoledì, venerdì e sabato 10-14

chiuso domenica e lunedì.

Teatro Novelli (Via Cappellini 3)

Telefono: 0541 793811

www.teatrogalli.it

 

News 13/07/2018   15:19

Hera. Nasce da Rimini il nuovo Rifiutologo per le attività turistiche del territorio

Online il nuovo portale del Gruppo pensato principalmente per le imprese turistiche. 

Dopo il grande successo del Rifiutologo, app creata da Hera per aiutare le famiglie nella quotidiana gestione dei rifiuti, nasce oggi un nuovo portale dedicato principalmente alle attività turistiche. Un nuovo sito che è una vera e propria guida, pensata per rispondere in modo semplice e veloce alle richieste di alberghi, ristoranti e tutte le attività turistiche che durante la stagione estiva devono gestire con rapidità ed efficienza un flusso turistico che genera anche una notevole quantità di materiali da smaltire.
Nasce quindi il Rifiutologo per le attività turistiche, un portale che sostituisce e integra le funzionalità di un canale web (My Green Page) attivo dal 2010 per la richiesta di informazioni e prestazioni legate alla raccolta differenziata. Grazie al nuovo sito appena inaugurato, i titolari delle attività del riminese potranno visualizzare il calendario delle frequenze di esposizione e ritiro dei rifiuti, richiedere lo svuotamento dei contenitori, la consegna dei sacchi per l’organico, il ritiro dei materiali ingombranti, comunicare la riapertura dell’attività stagionale, concordare un incontro con il tecnico ambientale e molto altro. Il tutto in qualsiasi momento, gratuitamente, in maniera facile e veloce. Nuove funzionalità, dunque, e nuova grafica, che rende più semplice la consultazione e permette di trovare facilmente tutte le informazioni sul corretto conferimento dei rifiuti, i giusti cassonetti per ogni tipologia di scarto, nonché indirizzi e orari di apertura delle stazioni ecologiche della città.     

A tutti gli utenti già iscritti al servizio My Green Page sono state inviate le credenziali per accedere alla nuova piattaforma. Chi le avesse smarrite, può velocemente richiederle seguendo le istruzioni nella pagina di login, accessibile ai seguenti indirizzi dedicati:     
- per alberghi e residence www.ilrifiutologo.it/attivitaturistiche    
- per tutte le altre attività commerciali www.ilrifiutologo.it/business
Per le famiglie, l’app gratuita da oltre 221.000 download
Il Rifiutologo nasce nel 2011 come app pensata per aiutare i cittadini a separare meglio i rifiuti. Ad oggi l’app ha registrato oltre 221.000 download, circa 2,5 milioni di indicazioni di voci da inserire nel database e più di 78.000 foto-segnalazioni riguardanti il decoro urbano, un servizio già disponibile in tutti i 135 comuni serviti. Le potenzialità di questa app sono infatti state implementate nel corso degli anni ed oggi attraverso questo strumento il cittadino non solo riceve informazioni puntuali su come differenziare i propri rifiuti, ma può suggerire l’inserimento di materiali non presenti in elenco, consultare gli orari di apertura e la posizione della stazione ecologica più vicina, fare foto-segnalazioni geolocalizzate per richiedere un intervento a tutela del decoro urbano, e molto altro.  Disponibile gratuitamente per i sistemi operativi iOS, Android, questo strumento rappresenta un filo diretto tra cittadino e azienda: attraverso lo smartphone è possibile segnalare a Hera la presenza di rifiuti abbandonati o di cassonetti da svuotare. Ad intervento eseguito, Hera manderà una notifica allo smartphone che ha inviato la segnalazione, ed il cittadino saprà che la sua segnalazione è andata a buon fine e che è stata utile al decoro della città. Con un database di voci in continuo aggiornamento, inoltre, è la prima app gratuita in Italia in grado di riconoscere i principali imballaggi della grande distribuzione tramite il codice a barre indicando come differenziarli e in che filiera di raccolta inserirli al momento di buttarli. Ad oggi, Il Rifiutologo si avvale di un archivio di oltre 1 milione codici a barre. Sia il database delle voci del rifiutologo che quello dei codici a barre, inoltre, crescono di giorno in giorno grazie al meccanismo di “crowdsourcing”, cioè al contributo degli stessi cittadini e delle loro segnalazioni.
 

Cultura 13/07/2018   15:08

Santarcangelo. (R)Estate in biblioteca, proseguono gli eventi estivi della Baldini

Dal 19 luglio al via “Laboratori creativi all’ombra dei libri”

A fine mese torna anche “Favole d’Agosto”

Sono davvero tanti gli eventi per bambini, organizzati da musei comunali e biblioteca Baldini per i mesi di luglio e agosto. Proseguono infatti al Museo storico archeologico gli appuntamenti dedicati ai più piccoli come occasione per scoprire il patrimonio del Musas nell’atmosfera della sera: martedì 17 luglio alle ore 21,15 è la volta di “La cumédia ad cherta”, costruzione di un teatrino di carta per portare alla luce storie e racconti (per bambini da 7 anni). Per partecipare occorre prenotarsi a pamclub@museisantarcangelo.it.

Nell’ambito della rassegna (R)Estate in biblioteca partiranno invece dalla prossima settimana una serie di laboratori creativi che si svolgeranno il giovedì pomeriggio a partire dalle ore 17: il primo appuntamento in programma – dedicato a bambine e bambine da 5 a 11 anni – è per giovedì 19 luglio nel giardino della Baldini con “Baby painting in biblioteca”. Gli appuntamenti successivi si terranno il 26 luglio e il 2, 9, 23 e 30 agosto. La partecipazione è gratuita ma occorre prenotarsi inviando un sms al numero 366/6797354 o una mail a biblioteca@comune.santarcangelo.rn.it.

A fine mese torna anche la rassegna “Favole d’Agosto”, tre appuntamenti dedicati alla lettura ad alta voce con racconti per bambine e bambini dai 4 anni d’età. Si inizia martedì 24 luglio con “Storie fresche di mezza estate…per famiglie accaldate”, a cura di Alessia Canducci, referente del progetto Nati per Leggere (inizio ore 21, ingresso libero). L’iniziativa proseguirà poi martedì 31 luglio e 7 agosto, con la partecipazione del gruppo di lettori volontari Reciproci Racconti.

Eventi 13/07/2018   15:01

Riccione. I turisti fedeli diventano ufficialmente ambasciatori della città

Da oggi i turisti fedeli a Riccione diventano ufficialmente ambasciatori della città.

L’assessore al turismo Stefano Caldari ha deciso di cambiare il format consolidato con cui da sempre venivano premiati gli ospiti che da tanti anni scelgono di trascorrere le vacanze a Riccione.

Il primo riconoscimento di “ambasciatori di Riccione” è stato conferito questa mattina ad una coppia di Luino, Giorgio Lischetti e Annamaria Vaghi, che tornano qui ogni estate da 25 anni, soggiornando all’Hotel Helios e alla spiaggia 38.

Ai coniugi lombardi l’assessore ha consegnato Il sole di Riccione, una pergamena frutto di una raffinata ricerca artistica ideata e realizzata dal grafico incisore Umberto Giovannini e dalla grafica Margherita Cenni presso gli studi dell’Opificio della Rosa di Montefiore Conca e Morciano di Romagna. Il testo è stato composto con caratteri mobili in legno e piombo e stampato manualmente con torchio a leva Amos dell’Orto del 1867, su carta da incisione Fabriano Rosaspina. Le xilografie del sole e del fondo sono incise su legno di frassino e stampate con lacche trasparenti mentre i nomi dei destinatari sono vergati a mano dal grafico pittore Roberto De Grandis.

“Abbiamo deciso di donare qualcosa di prezioso – dichiara l’assessore Caldaricon una piccola cerimonia di consegna al Palazzo del turismo, perché è prezioso l’attestato di fedeltà che queste persone ci riservano rappresentando di fatto i migliori ambasciatori per il nostro territorio. L’immagine che abbiamo scelto esprime il nostro ringraziamento, il sole di Riccione che ci piace pensare possano portare sempre con sé”.

Eventi 13/07/2018   11:47

Gatteo Mare. Torna dal 15 al 21 luglio la Settimana della Micizia

Torna a Gatteo Mare, l’atteso appuntamento dedicato ai gatti e agli amici dei gatti. Da domenica 15 luglio prende il via la “Settimana della Micizia”: anche quest’anno, fino a sabato 21 luglio, gli Assessorati al Turismo e alla Cultura del Comune di Gatteo in collaborazione con la neonata associazione “Gatteo Mare Summer Village” propongono una settimana di eventi a tema “gattesco”.

“Una festa storica dedicata ai gatti, ma anche e soprattutto all’A-micizia che ogni anno sa rinnovarsi – spiega giocando con le parole Micizia e Amicizia Stefania Bolognesi, assessore alla Cultura del Comune di Gatteo - Una settimana molto ricca di eventi che si sviluppa su due filoni: uno più ludico e di divertimento, mentre l’altro più culturale grazie soprattutto ai due concerti all’alba, agli spettacoli e ai concerti. Quest’anno inoltre, avremo il piacere di ospitare sabato 21 luglio, prima del concerto della Sugar Sound, il recital dedicato alla nascita di Gatteo Mare. Sarà lo scrittore, attore e performer Andrea Pari a portare sul palco con la "LA TRIBÙ DE' FALÀSCH" la storia dei primi coloni delle Due Bocche, oggi Gatteo Mare, dall'inizio del '900 al secondo Dopoguerra, quando l'unica ricchezza locale era rappresentata dal falasco - chiamato dagli anziani "oro del Rubicone" - legna di fiume trascinata a riva dalla burrasca e dalle fiumane”.

Ad aprire ufficialmente i festeggiamenti, domenica 15 luglio, sarà l’appuntamento con il Concerto all’Alba della Corale Antonio Vivaldi con Musica per fare le fusa”. Ritardatari e mattinieri si daranno appuntamento alle prime luci del mattino (dalle 6.00) per ascoltare le dolci note della musica classica di fronte al sorgere del sole. Molto amati dal pubblico, quest’anno i concerti all’alba saranno ben due. Anche Venerdì 20, sempre alla Foce del Rubicone, ma questa volta la suggestiva esperienza di guardare la magia del sole che sorge ascoltando buona musica, sarà affidata ai "Project Crossing Souls’.

Le serate di questa settimana saranno all’insegna del divertimento e della buona musica: al Pala G lunedì 16 è “Extraliscio Day” che si apre il pomeriggio dalle 16.30 con gli Extraliscio in versione acustica per gatti punk da balera con Mirco Mariani e Moreno il Biondo per proseguire in Piazza della Libertà alle 21.30 con Gatti in Festa, il concerto degli Extraliscio che propongono la loro musica: tradizione emiliano romagnola che si fonde con la sperimentazione dando vita ad un singolare viaggio nelle balere.  Martedì 17 sarà invece la volta, sempre alle 21.30 dello spettacolo per tutta la famiglia “Qua la Zampa!” con il mitico Bimbobell: divertimento assicurato con la magia, i giochi e le gag per far ridere grandi e piccini.

Mercoledì 18 omaggio alla grande musica Jazz e Swing con  i “Gatti che Ballano con A.B Rimini Big Band”: l’orchestra proporrà “Notturno Jazz”.

Giovedì 19 luglio Piazza della Libertà sempre dalle 21.30 ospita il teatro dei burattini  con lo spettacolo “Agili come i gatti” a cura della compagnia Pupi di Stac.

Il Talent Show Tutti Pazzi per i Gatti sarà invece il protagonista della serata di venerdì 20 luglio.

“Storie di Gatti sopra i tetti” è il titolo del concerto della Sugar Sound la tribute Band di Zucchero  che chiude la settimana della micizia con il grande rock emiliano del mitico Fornaciari.

Per tutta la settimana, ogni sera, si potrà visitare la mostra “Gatti…. Dipinti – inaugurazione domenica 15 luglio alle 21 - con le opere d’arte dedicate a sua maestà il gatto. E sempre il “Micio” sarà protagonista durante le giornate di animazione: martedì 17 alle 10.30 e alle 16.30 si corre a quattro zampe per il campionato di corsa a gattoni, mercoledì 18 dalle 10.30 alle 17.00 spazio alla creatività con il concorso di sculture di sabbia sulla battigia. Grande chiusura sabato 21 con la Street parade delle mascotte di Gatteo Mare, quando Teo e i suoi amici sfileranno per le vie del paese. 

“Sarà una settimana ricca di appuntamenti e di giochi per tutta la famiglia, tanti gli spettacoli per i più piccoli e innumerevoli occasioni di animazione – racconta Massimo Bondi, Presidente dell’associazione Gatteo Mare Summer Village - Il gatto è solo una simpatica scusa per fare festa e i turisti ogni anno si divertono a vivere questa una settimana a tema”.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

 

Per informazioni: Ufficio Iat Piazza della Libertà 10, 47043 Gatteo a Mare (FC) tel 0547 86083 E-mail: iat@comune.gatteo.fc.it

Ambiente 13/07/2018   10:32

Legambiente. Eolico, arresti in Calabria

‘Ndrangheta: cosche infiltrate in eolico, 13 arresti

Legambiente: "L’eolico va difeso con grande energia e, insieme alle altre rinnovabili, rappresenta una grande opportunità per il Paese per puntare sempre di più sulle fonti pulite abbandonando quelle fossili”

  "Gli arresti di questa mattina in Calabria dimostrano come le ecomafie si stiano infiltrando anche nei settori legati alle rinnovabili e allo sviluppo green. Per questo è fondamentale non abbassare la guardia e continuare le operazioni di contrasto contro questi ecocriminali, che oltre a fare affari d’oro soprattutto nel ciclo dei rifiuti e del cemento, si infiltrano ormai anche nei comparti di punta della green economy e continuano a far crescere il loro business a danno dell’ambiente, della salute dei cittadini e dell’economia sana della Penisola. Il prezioso lavoro che in questi anni la magistratura e le forze dell’ordine stanno portando avanti fa in modo che le fonti rinnovabili siano pulite anche nella fedina penale, evitando così di generalizzare e criminalizzare un intero settore. L’eolico va difeso con grande energia, è un settore efficiente e, insieme alle altre energie pulite, rappresenta un’importante fonte di sviluppo green e sostenibile per il Paese che deve avere il coraggio di puntare e investire sulle fonti rinnovabili abbandonando la strada delle fonti fossili”, così Stefano Ciafani, Presidente nazionale di Legambiente commenta gli arresti di questa mattina in Calabria relativi all’operazione "Via col vento” eseguita dai Carabinieri di Reggio Calabria.  

Legambiente ricorda che già nel 2008, nel Rapporto Ecomafia, aveva denunciato questo nuovo fenomeno legato alle infiltrazioni mafiose nel settore delle rinnovabili e dell'eolico, ricordando le prime inchieste della magistratura che poi hanno portato ad arresti e sequestri.

"La produzione di energia pulita va tutelata e sviluppata nella legalità e trasparenza contrastando ogni forma di speculazione e illegalità - aggiunge il Presidente di Legambiente Calabria Francesco Falcone – Le fonti rinnovabili, e in particolare l’eolico, rappresentano per la Calabria una sfida importante che non deve essere assolutamente persa. Troppi danni sono stati compiuti impunemente, come si evince dalle inchieste della magistratura. Per questo rilanciamo anche la proposta, arrivata dal vicepresidente della commissione ambiente del consiglio regionale, di creare un Ente gestore regionale per la gestione di un bene comune quali sono anche il vento e le energie rinnovabili, e proponiamo di aprire un dibattito sulle scelte compiute fino ad oggi in un settore strategico dell'economia regionale”.

Economia 13/07/2018   10:06

Internet. Di Maio: inizia l’era del 5G

“Iniziata l'11 luglio una nuova tappa del percorso che porterà l’Italia a dotarsi di una tecnologia innovativa, la rete 5G, che non è semplicemente un’evoluzione del 4G, ma è una piattaforma che apre nuove opportunità di sviluppo per il nostro sistema economico, una tecnologia che rappresenta un punto di rottura con il passato, sia per quanto riguarda la velocità sia il tempo di latenza, e offre potenzialità enormi sul fronte dei servizi che potranno essere sviluppati. La connessione sarà sempre più veloce e alla portata di tutti, coerentemente con gli obiettivi della Next Generation Mobile Networks Alliance, l’associazione di operatori, venditori, produttori e istituti di ricerca operanti nel settore della telefonia mobile, che prevede che le reti 5G dovranno anche soddisfare le esigenze di nuovi casi d'uso, come l'Internet of things (dispositivi connessi a Internet) nonché servizi di trasmissione e linee di comunicazione d'importanza vitale in occasione di disastri naturali”, ha dichiarato il Ministro dello Sviluppo Economico, del Lavoro e delle Politiche Sociali Luigi di Maio.

“E' stato approvato il bando di gara e il relativo disciplinare - continua il Ministro -, i cui testi dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale saranno disponibili sul sito internet del Ministero. La procedura di gara per l’assegnazione dei diritti d’uso di frequenze radioelettriche da destinare a servizi di comunicazione elettronica in larga banda mobili terrestri bidirezionali nelle bande 694-790 MHz, 3600-3800 MHz e 26.5-27.5 GHz prende l’avvio delle disposizioni della legge di bilancio 2018 che prevedeva importanti misure economiche per favorire la transizione alla nuova tecnologia 5G”.

“Con la pubblicazione del bando e del disciplinare di gara, l'Italia si conferma tra i paesi leader in Europa per lo sviluppo del 5G. Questo atto rappresenta, infatti, un’importante decisione strategica che ci pone all'avanguardia sia per la quantità e la qualità dello spettro messo a disposizione degli operatori di comunicazione elettroniche sia per le potenzialità di sviluppo di servizi innovativi per i cittadini, le imprese e per la stessa pubblica amministrazione. Le caratteristiche di tale nuova tecnologia consentirà la digitalizzazione di ampi settori economici: dai trasporti all’industria, all’agricoltura, alla cultura, alla scuola, alla sanità, al turismo, all’ambiente, garantendo ampi margini di crescita per il nostro Paese”.

“Le differenze tra il 4G e il 5G - continua il Ministro - vanno al di là della maggiore velocità e si traducono, come già anticipato, in un più elevato numero di dispositivi connessi simultaneamente, in una più elevata efficienza spettrale di sistema (volume di dati per unità di area), un più basso consumo delle batterie, una migliore copertura, alte velocità di trasmissione in porzioni più grandi dell'area di copertura, latenze inferiori, un più elevato numero di dispositivi supportati, costi più bassi per l'installazione delle infrastrutture, una più elevata versatilità e scalabilità e, infine, una più elevata affidabilità delle comunicazioni”.

“Voglio infine rimarcare come la connessione a Internet sia espressione di democrazia e debba essere considerata un diritto primario di ogni cittadino. Tutti i consumatori avranno diritto alla fruizione dei servizi di fonia e internet a un prezzo accessibile, come stabilito dagli artt. 79 e 80 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche approvato dal Parlamento Europeoribadisce Di Maio. “C’è libertà degli Stati di prevedere fondi interamente nazionali o privati per sostenere la misura. C’è inoltre libertà degli Stati di prevedere che le fasce deboli abbiano pacchetti agevolati in modo tale che non siano socialmente escluse arrivando a erogare il servizio gratis, se ritenuto necessario, compatibilmente con il regolamento sul regime di aiuti di stato. Internet - conclude il Ministro - deve essere considerato un bene di prima necessità, alla stregua dell’acqua e dell’energia elettrica, accessibile a tutti, in special modo ai più svantaggiati economicamente”.

Eventi 13/07/2018   09:44

Rimini. Borgo San Giuliano: weekend con P.assaggi di vino

ll 13 e il 14 Luglio 2018 torna l’immancabile appuntamento con p.assaggi di vino


Giunto alla sua XVI edizione, l'evento è organizzato dalla Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini.

La location ormai consolidata per l'evento è la cornice del Borgo San Giuliano Rimini, nell’incantevole scenario offerto dal ponte di Tiberio e nelle piazzette del vecchio Borgo che si animeranno di musica e spettacolo.

P.assaggi di Vino ha scelto il Ponte di Tiberio e l'area circostante come simboli urbani della propria natura: essere manifestazione capace di connettere e valorizzare le eccellenze delle doc riminesi con i luoghi più belli e simbolici dell'identità cittadina che non è solo mare e spiaggia ma anche storia, cultura, enogastronomia.

L’evento si svolgerà in due serate dalle ore 20:00 alle ore 24:00.

Il Ponte di Tiberio sarà trasformato per l'occasione in un Wine-bar con animazioni musicali. Lungo viale Tiberio, via San Giuliano e nelle piazzette Santa Caterina e Ortaggi i produttori vitivinicoli, disposti ciascuno su propria bancarella di mescita “un mare di sapori”, si alterneranno con piccole degustazioni di pesce al cartoccio, piadina e mora romagnola.

Saranno previste tavolate d'appoggio per lo street food lungo le vie del borgo.
Anche quest'anno le “Bollicine di P.assaggi” un'intera area d'evento dedicata alle Bollicine, ai bianchi freschi frizzanti del nostro entroterra e al miglior pescato del mare riminese.

Ambiente 12/07/2018   16:38

Legambiente. Click, alieni tra noi

 Fotografa le specie aliene per tutelare la biodiversità: il contest fotografico del progetto Life ASAP  

C’è tempo fino al 31 ottobre per partecipare al concorso “Click, alieni tra noi” Fotografando specie animali e piante che mettono a rischio la biodiversità del nostro territorio. Un modo per informare, prevenire e vincere premi destinati alle migliori immagini

Non tutte le invasioni cominciano con una dichiarazione di guerra. Le specie aliene sono animali e piante che vengono introdotti in un’area diversa da quella di origine naturale per azione diretta volontaria o accidentale dell’uomo. La loro presenza sul territorio non è un arricchimento, come si può pensare dal punto di vista meramente quantitativo, ma può costituire una vera e propria minaccia alla biodiversità, in quanto elementi estranei all’ecosistema. E l’intensità del fenomeno varia a seconda del grado di adattamento delle specie, spingendosi a una vera e propria stabilizzazione: alcune non sopravvivono al trasporto o restano in ambienti confinati e controllati, altre, dette casuali, sopravvivono in natura e possono riprodursi occasionalmente, altre ancora sono in grado di adattarsi al nuovo ambiente, riprodursi e per questo si dicono naturalizzate o stabilizzate. Fino ad alcune specie che arrivano a essere invasive, mettendo in pericolo la biodiversità del territorio in cui arrivano. 

Come scoprirle e come riconoscerle? Con un click: attraverso il contest fotografico promosso e organizzato da Legambiente nell’ambito del progetto Life ASAP, sigla che sta per Alien species awarness program. Obiettivo: ridurre il tasso di introduzione delle specie aliene invasive in Italia e limitarne gli impatti sul territorio, coinvolgendo i cittadini.

Il contest è un concorso di merito aperto a tutti e gratuito. Si può partecipare con un numero massimo di tre fotografie inedite. Protagoniste degli scatti dovranno essere le specie aliene presenti sul nostro territorio. La proclamazione dei vincitori avverrà il 31 dicembre 2018, dopo la selezione svolta da una giuria composta da fotografi e giornalisti professionisti e da un rappresentante di ogni partner del progetto Life ASAP, ovvero Ispra, Regione Lazio, Federparchi, i parchi nazionali dell’Arcipelago Toscano, dell’Aspromonte, Gran Paradiso e dell’Appenino Lucano, Nemo srl, Tic Media e Università di Cagliari. 

«Per contrastare il problema delle specie aliene invasive - dichiara Stefano Di Marco, responsabile Life Asap per Legambiente -  è necessario lavorare molto sul piano della prevenzione, svolgendo una capillare attività d'informazione e sensibilizzazione nei confronti del grande pubblico che molto spesso introduce queste specie in maniera inconsapevole. Attraverso il contest fotografico ci proponiamo di coinvolgere attivamente le persone nel progetto Life ASAP, facendo conoscere i problemi ambientali, economici e sanitari che le specie esotiche invasive possono generare, favorendo in questo modo comportamenti più attenti e responsabili». 

Le migliori venti fotografie faranno parte di una mostra dedicata all’argomento e verranno pubblicate sia sul sito web che sulla relativa pagina Facebook. Per i primi tre posti ci saranno i seguenti premi, rispettivamente dal primo al terzo classificato: iPad WiFi 128 GB, action camera GoPro Hero 5 e zaino fotografico Lowepro Flipside 400 AW.

Per una migliore informazione sulla tematica che viene affrontata, si consiglia di consultare il sito del progetto Life ASAP. Il regolamento e il modulo di partecipazione al concorso si trovano al link: bit.ly/2MJpSxH

Ambiente 12/07/2018   16:03

Fish dependance day: in Europa consumeremo pesce importato

Dagli oceani arrivano due segnali di allarme. 

Il primo è stato pubblicato dalla FAO nel rapporto “SOFIA” appena pubblicato e che evidenzia il drammatico stato in cui versano i nostri oceani.
Circa il 33% degli stock ittici globali è in stato di sovrasfruttamento e circa il 60% viene pescato al massimo della propria capacità. Nonostante l’incremento annuale del consumo di pesce a livello globale (3,2%) abbia superato la crescita della popolazione (1,6%), più di 800 milioni di persone continuano a dipendere da questa risorsa per la propria sopravvivenza, come fonte di cibo, guadagno e sostegno, sia nella pesca che per l’allevamento. 

Il secondo segnale è la fine ‘simbolica’ per l’Europa delle proprie scorte di pesce: infatti, il Fish Dependence Day europeo vuol dire che da ora e per tutto il resto dell’anno, l’Europa dipenderà dalle importazioni di pesce, crostacei e molluschi per soddisfare la richiesta dei consumatori della regione. Sulle nostre tavole, infatti, c'è più pesce di quanto se ne possa pescare nei nostri mari o allevare nei nostri impianti di acquacoltura. Oltre metà della domanda europea di pesce è ‘soddisfatta’ dal resto degli oceani, soprattutto dai paesi in via di sviluppo che forniscono la metà del pesce presente nel ‘piatto’ dei consumatori europei.

“In poco più di 3 mesi, l’Italia ha consumato l’equivalente dell’intera produzione ittica annuale nazionale e la restante parte dell’anno dipenderà dalle importazioni di pesce, soprattutto dai paesi in via di sviluppo. E’ nostro dovere gestire gli oceani con più attenzione se vogliamo che il pesce continui a nutrire le generazioni future: oggi assistiamo ad una inversione di paradigma, il settore ittico è  in crisi, i pescatori diminuiscono ma non lo sforzo di pesca. Significa che si pesca meno ma peggio”dichiara la presidente di WWF Italia, Donatella Bianchi che aggiunge: “Il Fish Dependence Day europeo è arrivato un mese prima rispetto a quanto accadeva nell’anno 2000: fino a trent’anni fa l’Europa riusciva a soddisfare la propria domanda interna con pesca e allevamento locali fino a settembre o ottobre. Dobbiamo modificare le politiche globali, la richiesta e il consumo, in una direzione sostenibile, se non vogliamo esaurire il pesce rimasto a disposizione. Dobbiamo inoltre considerare le nuove minacce, come l'incontenibile diffusione delle plastiche nei nostri mari, che entrando nella catena alimentare riducono ulteriormente la disponibilità di risorse ittiche. Dai prossimi anni il ‘Fish dependance day’ potrebbe essere sostituito dal fish plastic day”.
 
Rispetto ai consumi pro capite, l’Italia è all’ottavo posto in Europa: gli italiani consumano in media 28,9 kg l’anno. Siamo preceduti da Portogallo (55,3 kg), Spagna (46,2 kg), Lituania (44,7 kg), Francia (34,4 kg), Svezia (33,2 kg), Lussemburgo (33,1 kg) e Malta (32 kg). I primi 5 paesi sopra elencati consumano da soli un terzo di tutto il pesce pescato e allevato in Europa. La media per ogni cittadino europeo è di 22,7 kg di pesce l’anno.

In Europa ci sono ancora alcuni paesi autonomi, ovvero, in grado di  pescare e produrre quanto - o più di quanto - consumino internamente: questi sono la Croazia, i Paesi Bassi, l’Estonia e  l’Irlanda. La stragrande maggioranza, invece, consuma più di quanto sia in grado di pescare e produrre, dipendendo così dalle importazioni per sostenere i propri consumi nazionali, da un certo momento in poi dell’anno, a volte molto in anticipo.
La Giornata in cui ricorre il Fish Dependence Day, è per ogni Paese differente: il 17 gennaio l’Austria, il 15 febbraio la Slovenia, il 18 febbraio la Slovacchia, il 22 febbraio il Belgio, il 29 febbraio la Romania, il 6 aprile l’Italia, il 30 aprile la Lituania, il 4 maggio la Germania, il 5 maggio il Portogallo, il 26 maggio la Spagna.

Negli ultimi vent’anni il problema globale della sovrapesca è aumentato drammaticamente. In più, la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata, amplifica ulteriormente la pressione sugli stock ittici. Sebbene alcuni stock si siano stabilizzati - grazie alle azioni intraprese nell’ambito della  Politica Comune  della Pesca - i livelli di autosufficienza europei per quanto riguarda il pesce sono ancora troppo bassi e troppi stock risultano ancora sovra sfruttati. Secondo la Commissione Europea, il 41% degli stock ittici analizzati in Atlantico sono sfruttati eccessivamente. Questa percentuale sale all’88% se si guarda a quelli del Mediterraneo. La sovrapesca colpisce anche gli stock ittici dei paesi in via di sviluppo che dipendono fortemente da questa preziosa risorsa.

L’allarme della dipendenza dalle importazioni di pescato viene lanciato oggi dal WWF nell’ambito del progetto Fish Forward che ha l’obiettivo di incrementare la consapevolezza sugli impatti sociali e ambientali del consumo di pesce, stimolando i consumatori a scegliere pesce sostenibile.
 
“Che si tratti di pesce di provenienza nazionale o di importazione, la cosa importante è fare una scelta sostenibile, aiutando così gli oceani e gli stock ittici a recuperare e a sostenere il benessere di quelle persone che dipendono dal pesce come fonte primaria di cibo e reddito”,
 conclude Donatella Bianchi.

News 12/07/2018   12:18

Emilia-Romagna sempre più connessa: quasi 4mila hotspot da Piacenza a Rimini per l’accesso libero al Wifi

Emilia-Romagna regione sempre più digitale e connessa per cittadini e turisti. Sono infatti quasi 4mila gli hotspot Wifi realizzati e operativi che garantiscono l’accesso gratuito a internet, senza registrazione e credenziali d’ingresso, sul territorio regionale, da Piacenza a Rimini. Uno ogni mille abitanti, attivi 24 ore su 24: per l’esattezza, 3.915 punti web collocati in biblioteche, scuole, municipi, musei, piazze, parchi e campi sportivi che registrano ogni giorno 80mila connessioni da dispositivi diversi, oltre 1 milione negli ultimi quattro mesi.

E adesso, a luglio, Emiliaromagnawifi, la rete internet gratuita della Regione cresce ancora con l’ingresso di tre nuove aree pubbliche che offriranno l’accesso libero 24 ore su 24: la prima è stata Piazza Costa e la vicina spiaggia di Cesenatico, in uno dei luoghi più frequentati di tutta la Riviera, che ha debuttato sulla rete con 7000 utenti lo scorso fine settimana in occasione della Notte rosa.  Nelle prossime settimane seguiranno la piscinapubblica nel Comune di Lizzano in Belvedere, nel bolognese, un’area ricreativa di riferimento per diverse località dell’Appennino, e lo stadio “Dall’Ara” di Bologna, una delle strutture sportive più importanti del territorio.

La sperimentazione, avviata da Regione Emilia-Romagna e Lepida, mette in campo infrastrutture e tecnologie avanzate capaci di garantire la connessione ad un elevato numero di utenti in caso di eventi particolari, e non solo, con la realizzazione di 181 punti di accesso. Nello stadio bolognese, con una capacità di circa 36mila posti che possono arrivare fino a 55mila in occasione dei concerti, ne saranno attivati 175, 150 esterni e 25 interni. Nella piscina Conca del Sole di Vidiciatico, nel Comune di Lizzano in Belvedere, che diventa il nodo di smistamento dati informatico per vari comuni della montagna, sono previsti 2 punti di accesso tra interni e esterni, oltre a i quattro già installati a Cesenatico.  E entro il 2021, EmiliaRomagnaWifi sarà in tutte le spiagge, stadio e piazze della regione.

Le nuove installazioni si affiancano alla rete dei quasi 4000 punti di accesso su banda ultralarga, uno ogni mille abitanti, previsti entro il 2020 dal piano regionale: dunque, una tabella di marcia che sulle installazioni degli hotspot viaggia in netto anticipo, grazie a un investimento complessivodi 5 milioni di euro, per navigare senza costi. I numeri sulle connessioni parlano chiaro: oltre un milione di dispositivi differenti collegati a tutti i punti negli ultimi quattro mesi, oltre 80mila quelli collegati in media ogni giorno e più di 2mila, in media, quelli serviti dai singoli punti.

Dati e progetti sono stati presentati oggi dall’assessore regionale alla Programmazione territoriale e Agenda digitale, Raffaele Donini e dal direttore generale di Lepida Spa, Gianluca Mazzini. Sono intervenuti anche i sindaci dei Comuni di Cesenatico (Fc), Matteo Gozzoli, di Lizzano in Belvedere (Bo), Elena Torri e per il Bologna Football Club l’amministratore delegato, Claudio Fenucci, e il direttore commerciale marketing, Christoph Winterling.

“Con largo anticipo sulla nostra tabella di marcia abbiamo quasi raggiunto l’obiettivo dei 4000 punti di accesso alla rete, attivi 24 ore al giorno e gratuiti, per i cittadini dell’Emilia-Romagna e di questo ringrazio tutti- ha affermato l’assessore Donini-.  Con interventi come quelli che abbiamo presentato oggi che impattano su luoghi frequentati da tante persone contemporaneamente, cittadini, turisti, residenti, si apre una fase nuova, un salto di qualità nelle opere di infrastrutturazione pubblica. E con EmiliaRomagnaWifi abbiamo messo a punto uno strumento di crescita culturale ed economica alla portata di tutti, capace di dare risposte sia alle normali esigenze quotidiane che alle occasioni speciali.  Un risultato questo di cui sono molto orgoglioso”.

“Siamo la prima Regione che ha un WiFi senza autenticazione grazie a una legge regionale- ha aggiunto Mazzini-. Il cittadino, il turista o in generale l’utente trova tra le reti offerte EmiliaRomagnaWiFi, si collega e inizia a navigare in luoghi di interesse pubblico, senza alcun vincolo, restrizione o complicazione. A volte fare le cose semplici è complicato, ma oggi che abbiamo costruito il percorso, la rete cresce a una velocità ben superiore alle nostre aspettative”.

“Accogliamo con piacere questa iniziativa della Regione Emilia-Romagna- ha detto Fenucci-. La copertura wi-fi integrale migliorerà la fruizione dello stadio Dall’Ara da parte dei nostri tifosi, ampliando ulteriormente la gamma dei servizi offerti. Dalla prossima stagione chi verrà al Dall’Ara potrà connettersi in maniera gratuita: questo ci consentirà di fornire agli spettatori una serie di informazioni in tempo reale, anche grazie a una App ufficiale Bfc che contiamo di lanciare nel corso della prossima stagione, per favorire l’interazione con i nostri tifosi anche nel giorno della partita”.

Il sindaco di Cesenatico, Gozzoli, ha ringraziato Regione e Lepida “per aver scelto Piazza Costa e l’arena del beach volley retrostante come uno dei punti della rete a banda ultralarga EmiliaRomagnaWifi, insieme al Comune di Lizzano e allo stadio Dall’Ara. Questo- ha ricordato- è uno dei punti centrali non solo di Cesenatico ma di tutta la costa romagnola, sede di numerose manifestazioni. Abbiamo scelto di iniziare a testare la nuova tecnologia durante il weekend della notte rosa e devo dire che già gli utenti ne sono stati entusiasti”

Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco Torri: “Ho apprezzato moltissimo la scelta della Regione e di Lepida di far rientrare il mio territorio in questo importante progetto. In attesa che il nostro comune possa essere coperto per intero dalla banda larga, dotare di accesso gratuito a internet la piscina comunale Conca del Sole di Vidiciatico, una meravigliosa struttura in un contesto naturale unico, frequentata da tantissime persone significa davvero creare un valore aggiunto alla nostra offerta turistica. Ringrazio quindi l’assessore Donini per la sensibilità dimostrata”.


Sono 3.915 gli hotspot Wifi pubblici, gratuiti, senza restrizioni su banda ultralarga della rete regionale, la maggior parte attivati da Lepida. 
Gran parte delle recenti attivazioni sono possibili grazie alla collaborazione con gli enti locali che, lo scorso anno, attraverso due bandi regionali, hanno proposto e collaborato alla realizzazione dei punti di accesso. Il primo bando ne ha messi a disposizione 1.103, di cui il 60% “indoor”, cioè in biblioteche, scuole, municipi, musei, e il 40% “outdoor”, quindi localizzati in piazze, parchi, campi sportivi, piscine. Al secondo bando sono stati candidati altri 725 punti, di cui 41% indoor e il 59% outdoor.

In regione sono presenti 860 installazioni nella provincia di Bologna233 nella provincia di Forlì-Cesena1.005nel ferrarese975 nel modenese74 nella provincia di Piacenza130 nel parmense241 nel ravennate253 Reggio Emilia144 nella provincia di Rimini.     

Una spinta per dare la massima diffusione di punti WiFi della rete viene data dal collegamento con quelle degli ospedali. Le installazioni ad oggi più numerose si trovano nelle Aziende sanitarie e ospedaliere di Ferrara, che conta 932 punti di accesso, segue Modena con 300 punti e Bologna con 50.

Inoltre, per ampliare la rete è stata avviata l’iniziativa “Adotta un punto EmiliaRomagnaWiFi”, una sponsorizzazione regionale per promuovere nuove interconnessioni, incrociando la digitalizzazione privata con quella pubblica. Infine, la rete regionale è al centro dei progetti nazionali grazie all’intesa con il ministero dello Sviluppo economico per attuare una sinergia conItalia-Wifi ed parteciperà al bando europeo WiFi4EU previsto per il prossimo autunno. Online la mappa dei punti WiFi presenti in Emilia-Romagna./Eli.Co.