Cronaca

SEI ARRESTI E QUINDICI DENUNCE: CARABINIERI AL LAVORO SENZA SOSTE

Per garantire il sereno svolgimento della “Molo street parade”, in programma dal 24 al 25 giugno, l’Arma ha profuso il massimo impegno, assicurando la presenza sul campo di ben 50 militari della Compagnia di Rimini e delle Stazioni dipendenti, nonché quelli delle Compagnie limitrofe, suddivisi in squadre “ad hoc” al fine di prevenire e reprimere i reati in genere nonché quelli di natura predatoria e inerenti gli stupefacenti. I militari sono stati impiegati nei punti nevralgici della manifestazione in uniforme e in abiti civili.

Al termine dell’evento, il riepilogo dei risultati conseguiti: ben 6 persone arrestate e 15 denunciate.

  • B.B.,genovese, classe 1996, pregiudicato, per furto aggravato, poiché intercettato dai militari mentre fuggiva subito dopo, aver sottratto, strappandola da dosso, una collana in oro ad un turista ligure,  assolto nel seguire  l’evento. Il fermato, oltre alla refurtiva, restituita del valore di 150,00 euro, veniva altresì trovato in possesso di altra catena in oro, e tre crocefissi in oro (di cui si allegano le foto allo scopo di rintracciarei rispettivi proprietari), tale da presupporre che provengano da attività delittuose svolte con lo stesso modus operandidall’arrestato, nonché deteneva anche una bomboletta SPRY urticante, del genere utilizzato per la difesa personale, che avrebbe utilizzato in caso di reazione da parte delle vittime;     Atteso che alcuni        
  • H.S., marocchinoclasse 1998, per furto, anche luisorpreso dai militari in abiti civili mescolati tra la folla, mentre trappava una catenina in oro dal collo di un turista dell’Uzbekistan. In entrambi le vicende le vittime, a seguito dello strappo, non hanno riportato lesioni evidenti tanto da dover ricorrere al cure dei sanitari presso il Pronto Soccorso.
  • S.S., classe 1997, S.S., classe 1982 e A.E.,classe 1989, tutti in Italia s.f.d., attualmente dimoranti al campo nomadi sito in via Islanda, per furto aggravato in concorso, poiché bloccati da militari aliquota operativa, mentre scendevano da autobus locale linea 11, subito dopo aver sottratto il portafogli ai danni di una turista 55/enne di Medicina (Bo). La refurtiva è stata recuperata e restituita;
  • T.B., classe 1970, in esecuzione ad una ordinanza emessa dal Tribunale di Rimini. La donna controllata è risultata gravata dal provvedimento restrittivo, dovendo scontare una pena definitiva di 9 mesi di carcere per un furto commesso a Bellaria nel 2012.

Deferivano altresì stato di libertà:

  •  un 30/enne per il furto di uno smartphone asportato durante la manifestazione ai danni di un giovane turista bresciano;
  • un 29/enne di Verucchio sorpreso dai militari in possesso di 6 spinelli già confezionati, contenenti sostanza stupefacente di tipo marijuana.

Alle porte di Rimini, lungo le principali arterie di comunicazione gli equipaggi dell’Aliquota Radiomobile, impegnati nei controlli stradali hanno sorpreso ben 22 automobilisti/motociclisti alla guida in stato di ebrezza alcolica. Per 13 di loro, che hanno fatto registrare un tasso alcolemico superiore a 0,8 gr./lt. è scattata la denuncia a piede libero, mentre i restanti dovranno pagare una sanzione amministrativa.

 

 

 

Condividi: