Sport

SE LA FORTITUDO PASSA, LE PARTITE IN CASA CON LA VIRTUS POTREBBERO GIOCARSI A RIMINI

La Gazzetta dello Sport indica Rimini. L'invasione di campo successiva alla sirena di gara-4, vinta in rimonta 76-74 contro Trieste grazie a una tripla di Candi a 12” dalla fine, costa alla Fortitudo Bologna due giornate di squalifica del PalaDozza. Al termine della partita che ha dato ai bolognesi il 2-2 nella serie – domani sera la bella all'Alma Arena – tanti tifosi si sono riversati in campo venendo a contatto anche con alcuni giocatori ospiti. La Fortitudo ha fatto ricorso, ma la Corte Sportiva d'appello lo ha rigettato confermando la squalifica. Le motivazioni della sentenza erano sembrate subito difficili da ribaltare parlando di “invasione del campo commessa da circa 300 persone a fine gara che si avvicinavano e venivano in contatto con alcuni tesserati della squadra ospite, spintonandoli e offendendoli”. A questo punto, qualora la Fortitudo dovesse espugnare Trieste in gara-5 si andrebbe incontro a un derby con la Virtus nella finale per la promozione da disputare in campo neutro, probabilmente Rimini. 

Condividi: