Cronaca

SALVINI A RIMINI: “NO ALLE MICROAREE E LAVORO PER GLI ITALIANI, VIA I PROFUGHI”

Matteo Salvini ha fatto di nuovo tappa in Romagna. Prima Rimini, poi Riccione e quindi Morciano. Nel capoluogo il "capitano" della Lega si è soffermato al Villaggio Primo Maggio sui temi noti: no alle microaree volute dalla giunta cattocomunista guidata da Gnassi perché non è possibile integrare gente che delinque. E no anche ai profughi perché se c'è lavoro bisogna darlo prima agli italiani mentre per gli stranieri a Rimini e in special modo a Viserba non c'è. Apoteosi della folla di sostenitori, presenti tutti i consiglieri comunali del Carroccio. Poi via di corsa per Riccione a sostegno della Tosi e quindi Morciano.

Condividi: