Cronaca

SALE DA GIOCO VIETATE DAVANTI A SCUOLE ED ORATORI

Niente più sale da gioco vicine alle scuole. Diventa operativo il divieto di apertura e di esercizio delle sale gioco e delle sale scommesse, ma anche la nuova installazione di apparecchi per il gioco d'azzardo lecito entro una distanza di 500 metri da scuole, luoghi di aggregazione giovanili e di culto. La Giunta della Regione E-R ha infatti approvato, con una delibera, le modalità applicative previste dalla legge regionale sul gioco d'azzardo patologico del 2013, riprese e ulteriormente rafforzate dal Testo unico per la promozione della legalità che ha visto la luce a fine 2016. Tra i luoghi considerati sensibili anche gli impianti sportivi, le strutture residenziali o semiresidenziali in ambito sanitario, le strutture ricettive per categorie protette e gli oratori. I Comuni potranno individuarne altri, ma viene indicato come criterio l'impatto sul contesto e sulla sicurezza urbana, oltre ai problemi connessi con la viabilità, l'inquinamento acustico e il disturbo della quiete pubblica.

Condividi: