Cronaca

RISPETTO IL PENSIERO DEL VESCOVO….. PERO’

Rispetto il pensiero del Vescovo ma se da una parte accogliamo tutti nell’altra parte cosa resta?

 Se è vero, ed é vero, che solo il 10% dei migranti scappa dai paesi in guerra, l’altro 90% viene in vacanza o a cercare la felicità?

Felicità che non c'é, perchè viviamo in un Paese corrotto a tutti i livelli.

Nessuno parla del business mafioso di chi porta i migranti, e di quello ancor più sconcertante di chi li assiste senza alcun senso di autentica carità.

Giusto abbracciare chi arriva perchè scappa dalla guerra, per gli altri ci dovrebbero essere regole certe, regole vessatorie che per ora funzionano solo per i cittadini.

L'abbraccio agli italiani lo dà Equitalia, altroché storie!

Gli altri invece hanno una corsia preferenziale che lascia davvero interdetti.

Non parliamo di razzismo, il popolo italiano mai è stato razzista, i nostri politicanti  lo sono.

Ci riempiono le orecchie con imprese faraoniche frutto di compromessi oscuri e di facilitazioni per gli amici degli amici, lasciando gli altri alla mercè della miseria. 

 Questo la Chiesa dovrebbe condannarlo, dovrebbe sottolinearlo.

Nel nostro Paese si possono accogliere un certo numero di "migranti o profughi" affinché possano veramente integrarsi, gli altri non devono essere un affare solo per alcuni gruppi ben definiti. Ma se le regole valgono solo per chi deve pagare assurde tasse, usando la forza armata di Equitalia che umilia tanti poveretti e tutela le banche e le "guarentigie" di certi politici, forse è il caso di meditare.

Prendiamo ad esempio certi comuni che si esaltano con a foto a raffica, che vessano i cittadini con spese folli ed inutili, ma dimenticano cosa sia la vera carità.

Su questo la Chiesa deve puntare il dito, ma spesso tace, e chi tace acconsente.

Rga.

Condividi: