News
    Mercoledì , 15 Novembre 2017     16:53

Rimini, venerdì l’Arco d’Augusto si colorerà di viola in occasione della Giornata della prematurità


RIMINI – Venerdì 17 novembre si celebrerà la Giornata Mondiale della Prematurità. Rimini, attraverso l'iniziativa “Diamo Luce Alla Prematurità” promossa dall'associazione “La Prima Coccola”, diventa centro di sensibilizzazione pubblica sulle problematiche che i nati pretermine e i loro genitori devono affrontare durante il percorso di sopravvivenza e di crescita. Rimini risulta essere un centro adatto per questo impegno, poiché l'ospedale Infermi possiede un reparto di Terapia intensiva neonatale ben attrezzato e guidato da un'importante equipe di medici, in grado di prendersi cura non solo dei bambini ma anche dei genitori. Negli ultimi cinque anni, il reparto di Terapia intensiva neonatale ha curato ed assistito 300 bambini di peso compreso tra i 325 grammi ed un chilo e mezzo e, di questi, 9 su 10 sono sopravvissuti.

Come spiega la dottoressa Gina Ancora, direttore del reparto Tin: “Dietro la diagnosi di prematurità ci sono infatti anche le diagnosi di sofferenza, frustrazione, paura, senso di colpa e di estraniamento della famiglia intera coinvolta nella nascita di un bambino prematuro. Se queste condizioni non vengono precocemente identificate ed affrontate possono aumentare il rischio di disturbi emozionali, comportamentali e disordini da stress post-traumatici nei bambini”.

In occasione della Giornata Mondiale della Prematurità, l'Arco d'Augusto si illuminerà di viola e l'associazione “La Prima Coccola” offrirà alle famiglie un pomeriggio di intrattenimento e musica con Fabio Caldari e Marco Corona, oltre che uno spettacolo di fuochi d’artificio di Scarpato Pirotecnica.

 

 

 

Condividi: