Cronaca

RIMINI: TENTATA RAPINA AD UNO STUDENTE IN STAZIONE, TRE ARRESTI DELLA POLIZIA DI STATO

Sotto la minaccia di un coltello e di un collo di bottiglia rotto, due uomini di  origine nord africana,  nella scorsa serata hanno accerchiato un giovane studente di Trento, di origini marocchina, nei pressi della Stazione ferroviaria minacciandolo a consegnargli il proprio cellulare. Il giovane terrorizzato ha subito chiesto aiuto alla pattuglie dell’Esercito Italiano,  in servizio presso la Stazione Ferroviaria, segnalando la presenza sul posto di uno dei due aggressori che si dirigeva verso di lui con fare minaccioso. Il personale della Polizia Ferroviaria, intervenuto sul posto, ha immediatamente rintracciato e bloccato l’uomo, che si opponeva andando in escandescenza  e cercando di colpire più volte i poliziotti.  L’arrivo della pattuglia ippomontata e della volante permetteva di bloccare anche il secondo aggressore, che si allontanava in compagnia di una 24enne italiana, di origine rumena. I due subito si reagivano violentemente al controllo scagliandosi con pugni e calci contro gli operatori di Polizia e proferendo frasi ingiuriose. In particolare la donna cercava di interporsi tra gli operatori di polizia e l’amico, allo scopo di agevolarne la fuga, e non riuscendoci si scagliava contro l’autovettura colpendola con  violenti calci  ammaccandola.  È stato necessario l’uso dello spray in dotazione, per bloccare e  immobilizzare i due che venivano messi in sicurezza e accompagnati in Questura. Dopo gli accertamenti di rito, i due uomini venivano tratti in arresto per il reato di rapina aggravata e lesioni, resistenza e minacce a P.U. mentre la donna veniva arrestata per lesioni e resistenza a P,.U., danneggiamento aggravato e favoreggiamento.

 

 

Condividi: