Cultura News
    Lunedì , 20 Novembre 2017     18:10

Rimini, sette interventi finanziati con l’Art Bonus, circa 800mila euro investiti nella cultura

RIMINI – È di quasi 800.000 euro il contributo versato dai privati a sostegno di sette differenti interventi di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale riminese attraverso l'Art Bonus, l'agevolazione fiscale introdotta dal governo per incentivare il mecenatismo culturale. Con la cifra investita, Rimini si colloca tra le realtà che hanno maggiormente sfruttato l'opportunità dell'Art Bonus; l'Emilia Romagna, secondo i dati diffusi dal Mibact, è la quarta regione più interessata al progetto, con interventi complessivi per oltre 24 milioni di euro.

Nel corso degli ultimi due anni sono stati quattro gli interventi cofinanziati o coperti con l’Art Bonus e che sono già completati: gli scavi archeologici di piazza Malatesta, la realizzazione del Parco Archeologico al Ponte di Tiberio e la Biblioteca Gambalunga, con la riqualificazione energetica e il restauro e l’acquisto di libri, finanziati dal gruppo Sgr. 

“Facendo un primo bilancio di questo anno e mezzo possiamo essere moderatamente soddisfatti", sottolinea l’assessore al Bilancio Gian Luca Brasini. "Soprattutto se paragoniamo la realtà del nostro territorio a quella delle regioni del centrosud, zone ricche di tesori artistici e culturali ma dove i privati sono più refrattari a investire. Nel caso di Rimini, abbiamo avuto finora la fortuna di trovare in particolare un paio di soggetti importanti che hanno deciso di sposare i progetti per la città, ma speriamo che nei prossimi mesi altri gruppi industriali o singoli imprenditori possano aggiungersi all’elenco dei mecenati, sostenendo l’ente pubblico nel percorso di valorizzazione e tutela del prezioso patrimonio culturale della città. Per questo non ci lasciamo prendere dall’entusiasmo perché le possibilità e le potenzialità sono ancora enormi. L’altruismo e la generosità anche in campo culturale e artistico sono una bella forma di partecipazione”.

Tra i progetti attualmente in corso finanziabili attraverso l’Art Bonus, c’è il restauro della Tribuna storica dello Stadio Romeo Neri, che allo stato attuale può contare sul contributo di Grabo srl, Aeffe spa e su tre privati che hanno voluto sposare la causa con piccoli contributi.

Condividi: