Cronaca

RIMINI: MOLESTIE ALLE RISPETTIVE EX, UNO AI DOMICILIARI E DIVIETO DI AVVICINAMENTO PER L’ALTRO

La Polizia di Stato ha eseguito nella giornata di ieri due ordinanze restrittive emesse dall’Autorità Giudiziaria di Rimini nei confronti di altrettanti uomini, responsabili di atti persecutori nei confronti delle rispettive ex compagne.

Nel primo caso gli uomini della Squadra Mobile hanno notificato ad un 45enne originario delle isole Seychelles e residente a Rimini un’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari; la misura si è resa necessaria poiché, come accertato dagli investigatori, questi aveva – con più condotte reiterate nel tempo – molestato la (ex) fidanzata, causandole un perdurante stato di apprensione per la sua incolumità e per quella dei propri familiari. Già la relazione – durata circa un anno e mezzo – era stata costellata di episodi di violenza verbale, violenza che esplodeva soprattutto quando l’uomo eccedeva con le bevande alcooliche.

Il secondo caso riguarda un 32enne riminese, al quale è stata notificata dagli uomini della Squadra Mobile un’ordinanza di applicazione della misura coercitiva del “divieto di avvicinamento”, misura resasi necessaria poiché, come accertato nel corso delle indagini, l’uomo aveva ripetutamente minacciato e molestato la ex fidanzata, non accettando la fine della relazione sentimentale. In particolare l’uomo aveva tentato ripetutamente di incontrare ed avvicinare la ex nonostante i dinieghi, tempestandola di sms e messaggi via whatsapp, causandole un forte stato di ansia ed insicurezza tanto da costringerla a cambiare radicalmente le abitudini di vita.- Il divieto di avvicinamento impone all’uomo di non avvicinarsi ai luoghi di lavoro ed all’abitazione della ex fidanzata tenendosi ad una distanza non inferiore a 500 metri e di non comunicare con lei in alcun modo.

Condividi: