Cronaca

Rimini: il branco di stupratori ripreso dalle telecamere, due marocchini si costituiscono

RIMINI – "Siamo stati noi", avrebbero detto i due ragazzi marocchini di 17 anni che si sono presentati alla caserma dei carabinieri di Montecchio di Pesaro per costituirsi, affermando di essere due dei quattro stupratori che sabato scorso hanno violentato una prostituta transessuale, una turista polacca e hanno picchiato l'amico connazionale di quest'ultima. I due giovani verranno trasferiti a Rimini e interrogati dagli agenti della Procura e dal pm coordinatore delle indagini, con la presenza di un magistrato del tribunale dei minori di Bologna. Pare che la diffusione delle immagini della telecamera di sorveglianza che li aveva ripresi la notte dell'aggressione e la pressione esercitata dalla polizia li abbiano spinti a costituirsi. Se le dichiarazioni dei 17-enni dovessero rivelarsi corrette, la loro collaborazione sarebbe di grande aiuto per gli investigatori al fine di assicurare alla giustizia anche gli altri due stupratori il prima possibile.

 

Condividi: