Cronaca

Rimini, ex agente di polizia penitenziaria violentò una ragazza: condanna confermata in appello

RIMINI – È stata confermata dalla Corte d'Appello di Rimini la condanna per l'ex agente della polizia penitenziaria di 46 anni, che 4 anni fa aveva violentato una giovane ragazza di San Marino. L'uomo era stato condannato in primo grado a 5 anni e 7 mesi di carcere. Il 46enne lavorava presso il carcere dei "Casetti" di Rimini.

L'uomo aveva conosciuto la giovane in un pub sul lungomare dove lui lavorava a volte come buttafuori. I due si erano dati poi appuntamento all'albergo dove lui svolgeva l'attività di guardiano notturno: qui avevano parlato e bevuto assieme, ma la ragazza aveva poi deciso di rientrare a casa. Prima di uscire però, la ragazza era andata in bagno e l'uomo, approfittando della sua stazza, aveva divelto la porta per poi violentare la vittima.

 

 

Condividi: