Cronaca
    Mercoledì , 8 Agosto 2018     12:36

Rimini. Contrasto all’attività di meretricio, peruviano arrestato dai Carabinieri

Come disposto dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Ten. Col. Giuseppe Sportelli, proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del Capitano Sabato Landi, finalizzati alla prevenzione dei reati ed al contrasto della varie forme di degrado urbano, ulteriormente intensificati grazie ai rinforzi inviati dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. In particolare, negli ultimi giorni i militari hanno alzato l’attenzione sul fenomeno della prostituzione nel centro urbano, in particolare nelle zone di Marebello, Miramare e Rivazzura, oggetto di numerose segnalazione da parte dei residenti, identificando, nelle ultime 48 ore, 40 soggetti, uomini e donne originari principalmente dell’est Europa e del Sud America, che, per atteggiamento ed abbigliamento, erano dediti alla prostituzione in strada.

Nell’ambito di tali controlli, nel corso della notte i militari della Stazione Carabinieri di Miramare hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di furto con destrezza, P. V. C. A., 31/enne peruviano, da anni stabilmente domiciliato in Italia. L’uomo, dedito al meretricio in località Marebello, nel mentre contrattava una prestazione sessuale con un potenziale cliente, gli asportava con destrezza il portafogli occultandolo negli indumenti intimi. La scena veniva notata dai militari che procedevano a bloccare il reo ed a restituire la refurtiva alla vittima che non si era accorta di nulla. Condotto in caserma, P. V. C. A. è stato tratto in arresto e, espletate le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Al termine dell’udienza di convalida, svoltasi nel corso della mattinata odierna, l’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato condannato ad unno e quatrro mesi di reclusione con pena sospesa.

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.

Condividi: