Cronaca

Rimini, arrestato 39 enne per atti persecutori: continuava ad aggredire l’ex moglie

RIMINI – Questa mattina, i Carabinieri della compagnia di Rimini hanno arrestato un cittadino di 39 anni inottemperante al divieto di avvicinamento alla ex moglie e alla famiglia di lei, imposto per i reati di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori. I primi fatti risalgono a circa 5 anni fa. L'uomo, particolarmente possessivo e spesso eccessivo nel consumo di alcool, aggrediva la moglie minacciandola e a volte sfociando anche nella violenza fisica. La donna non aveva denunciato immediatamente il marito, nella speranza che rinsavisse e smettesse di aggredirla. Un anno fa la donna, stremata, decise di lasciare il marito, ma la situazione non migliorò. L'uomo continuò a perseguitarla con telefonate continue, pedinamenti, minacce e tentativi di aggressione sia nei confronti di lei che della sua famiglia. Finalmente la donna si decise a denunciare l'ex marito e a lui fu imposta la misura cautelare e il divieto di avvicinamento. Nonostante tutto, il comportamento dell'uomo non è cambiato, arrivando a sfociare in una aggressione ai danni del padre della donna avvenuta nella notte del 16 settembre scorso. Alla luce dei fatti, l'uomo è stato arrestato questa mattina e condotto alla casa circondariale di Rimini.

Condividi: