Cronaca

Rimini, 30-enne italiano insultò e accoltellò un nigeriano. Potrebbe uscire dal carcere dopo 6 mesi

RIMINI – Il 22 marzo scorso all'uscita di un supermercato di Marina centro, Valerio Amato, un 30-enne riminese, aveva insultato, picchiato e accoltellato Emmanuel Nnumani, un 25-enne nigeriano richiedente asilo. Amato aveva inoltre provato a investire il nigeriano con l'auto, prima di essere fermato e arrestato dalla polizia. Il nigeriano era rimasto ricoverato all'ospedale per diversi giorni e aveva dovuto subire un delicato intervento che però gli salvò la vita. Oggi, dopo 6 mesi di carcere, Valerio Amato potrebbe tornare in libertà, poiché secondo la consulenza tecnica del gip del Tribunale di Rimini, affidata allo psichiatra Renato Ariatti, all'epoca dei fatti sarebbe stato incapace di intendere e volere e lo sarebbe tutt'ora, pur rimanendo "socialmente pericoloso". La procura dovrà ora procedere alla scarcerazione, ma il pm Davide Ercolani presenterà al gip una richiesta urgente di misura cautelare e il ricovero di Amato in una struttura specializzata.

Condividi: