News

Ridracoli, scarsità di acqua senza precedenti. Romagna Acque ridurrà i prelievi dall’invaso

FORLÌ CESENA – Il 31 agosto scorso l'invaso di Ridracoli si trovava a un livello di 532,66 metri, equivalente a un volume di 13,56 milioni di metri cubi di acqua, di cui solo 8,5 milioni erano utilizzabili. Dall'inizio dell'anno il consumo di acqua in Romagna è stato di 114 milioni di metri cubi, lievemente superiore a quello del 2016 sullo stesso periodo (110 milioni). Una scarsità di acqua senza precedenti, come segnalato dai vertici di Romagna Acque in un incontro con l'Unione di comuni della Romagna Forlivese, Hera e Consorzio di bonifica della Romagna. Il portavoce di Romagna Acque ha quindi dichiarato che: "A oggi la programmazione delle produzioni prevede la riduzione dei prelievi da Ridracoli, per preservarne il volume per i mesi autunnali per le utenze non alimentabili con altra risorsa, e la massimizzazione dei prelievi da altre fonti di superficie e da falda".
 

 

Condividi: