Politica

RICCIONE CASO UNICO IN ITALIA DI LENTEZZA NELLO SPOGLIO. PIZZOLANTE ESALTA PATTO CIVICO E CONTI

A più di 12 ore dalla chiusura dei seggi ancora non si conoscono i dati definitivi del Comune di Riccione. Noto a tutti, come riportato da Voce23, l'esito finale con il ballottaggio tra il sindaco uscente Renata Tosi e la candidata del Pd Sabrina Vescovi, a questo momento mancano all'appello una sezione per il sindaco e ben quattro per il Consiglio comunale. La Prefettura ha sollecitato i rappresentanti di lista, ma un ritardo di questo genere non ha eguali nel passato. Mentre c'è chi si affanna a trovare le ragioni di questo incredibile stato di cose, arriva il commento di Sergio Pizzolante di Patto Civico che si è speso per il suo candidato Carlo Conti rimasto fuori ai giochi. "Grande risultato! – scrive il deputato su Facebook –  15.5% per un movimento che 2 mesi fa non c'era!  A Rimini un'anno fa abbiamo preso il 14%, risultato considerato straordinario da moltissimi, ma alcuni corvi, a destra e a sinistra, si sono impegnati a sminuirne il valore. "sono i voti di Gnassi", "non c'erano i 5stelle", "il centro destra era diviso", " si sono avvantaggiati per la posizione della lista sulla scheda", "sono voti presi per la partecipazione ad una coalizione sicuramente vincente", " una scelta di potere". Bene, a Riccione non c'è Gnassi, ci siamo presentati da soli, ci sono i 5stelle, c'è un centro destra unito e allargato e con una candidata forte.  La posizione nella lista era la più pericolosa. No, i corvi e i gufi che ci hanno attaccato quotidianamente e con ferocia non hanno capito niente. Il Patto è un progetto di valore!  È il ceto medio che scende in politica e rifugge l'antipolitica, con idee, progetti e persone credibili, per bene, distante dall'autoreferenza di partiti stanchi e vuoti  Forza Italia al 4, Lega al 5…). Capace di dire la verità ai cittadini e lontano dalla demagogia degli arruffapopoli. Gente normale, con idee liberali, che considera l'impresa il motore dello sviluppo e l'impegno e il lavoro gli strumenti per l'affermazione della persona. Senza attendere lo Stato e senza odio sociale. Come Macron in Francia.  Prima di Macron in Francia.  Un modello che avrebbe valore in Italia, se a Roma ci fossero persone e leaders all'altezza di Rimini e Riccione.  Grazie a tutti. Grande Carlo".

Condividi: