Cronaca

PRESTATE ATTENZIONE: DOMANI IL VENERDI’ NERO DEL TRASPORTO

Si annuncia come un autentico 'venerdì nero' della mobilità il prossimo 16 giugno a causa di uno sciopero generale per l'intera giornata, indetto da alcuni sindacati autonomi e di base, di tutti i settori dei trasporti, treni, aerei, mezzi urbani. La protesta, indetta a ''difesa del diritto di sciopero e contro le privatizzazioni e liberalizzazioni del settore'', riguarda tutti i comparti. Agli scioperi a livello nazionale si aggiungono ulteriori proteste sul piano locale. 

TRENI – lo sciopero riguarderà il trasporto ferroviario dalle 21 del 15 giugno alle 21 del 16 di Trenitalia (ad eccezione di Piemonte e Valle d'Aosta), Ntv, Trenord e delle altre aziende ferroviarie. Trenitalia fa sapere che le 'Frecce' circoleranno regolarmente. Per i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00. Si prevede inoltre l'effettuazione di ulteriori servizi. Per evitare disagi ai viaggiatori. Italo pubblica sul suo sito la lista dei treni garantiti. 

AEREI – Lo sciopero riguarda tutti i lavoratori comparto aereo, aeroportuale, per 24 ore; il personale navigante gruppo Alitalia-Sai, per quattro ore, dalle 10 alle 14; il personale navigante e di terra delle compagnie aeree operanti in Italia, per 14 ore dalle 10 alla mezzanotte. Il sito dell'Enac pubblica l'elenco dei voli garantiti. Per limitare i disagi e riproteggere il maggior numero di passeggeri, Alitalia ha attivato un piano straordinario, essendo stata costretta a cancellare diversi voli nazionali e internazionali programmati per la giornata di venerdì 16 giugno, oltre ad alcuni collegamenti nella mattina del 17 giugno. Opereranno regolarmente invece i voli in programma nelle fasce di garanzia: dalle 7.00 alle 10.00 e dalle 18.00 alle 21.00. Sul sito alitalia.com è disponibile la lista completa dei voli cancellati. 

TRASPORTO URBANO – Disagi anche nella circolazione di metro, autobus e tram. 

Condividi: