Cronaca
    Martedì , 28 Agosto 2018     14:14

Polizia arresta due malviventi in A14, truffano i viaggiatori in sosta, con la farsa del “pacco”

Nell’ambito del rafforzamento dei  controlli disposti dalla polizia stradale, volti a garantire la sicurezza di chi ha scelto per gli spostamenti estivi l’auto come mezzo di trasporto, anche in ambito delle aree di servizio autostradali sono stati programmati numerosi controlli al fine di prevenire reati di natura predatoria nonche’ truffe ai danni di ignari turisti e viaggiatori.
Proprio in tale contesto nella giornata del 25 agosto presso l’area di servizio di Rubicone est della A14 personale della squadra di polizia giudiziaria della sezione polizia stradale di Rimini ha sorpreso due “pataccari” che erano intenti  a truffare i malcapitati di turno.
I due truffatori  c.a. classe 65 e v.f. classe 68 entrambi di origine napoletana ma residenti nella provincia di rimini  sono stati trovati in possesso di un computer portatile hp e di un tablet marca lenovo che proponevano in vendita a prezzi irrisori. 
I due truffatori  una volta pattuito il prezzo ed intascato i soldi scambiavano la merce  consegnando ai malcapitati acquirenti “pacchi”  uguali agli oggetti mostarti ma con all’interno bottigliette d’acqua e cartone compresso.
I poliziotti hanno  sequestrato il computer poratile ed il tablet nonche’ anche i cosidetti “pacchi”.
I due napoletani sono stati denunciati all’a.g. poiche’ inottemperanti al foglio di via del questore di rimini e segnalati all’autorita’ amministartiva per l’attivita’ di vendita abusiva.
Per garantire il sicuro rientro di chi si mettera’ in viaggio nei prossimi fine settimana, la polizia stradale di rimini effettuera’  analoga attivita’ presso tutte le aree di servizio autostradali ricadenti nell’ambito provinciale fino alla fine di questa estate. 
La polizia stradale inoltre consiglia a tutti gli utenti della rete autostradale di effettuare acquisti solo presso gli esercizi commerciali autorizzati e di diffidare di soggetti ed individui sconosciuti che propongono solitamente merce provento di furto o che pongono in essere vere e proprie truffe.   
 

Condividi: