Cronaca

POLIZIA ANCORA IN AZIONE: DUE ARRESTI, DUE DENUNCE E CENTINAIA DI IDENTIFICATI

Proseguono, da parte della Polizia di Stato, i controlli  finalizzati a prevenire e a contrastare fenomeni di degrado urbano, a verificare l’osservanza da parte di cittadini stranieri del rispetto della vigente normativa inerente l’ingresso e la permanenza sul territorio nazionale, i reati contro la persona ed il patrimonio, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività del personale delle Volanti e degli equipaggi dei cinofili della Polizia di Stato, coordinate sul territorio dal dr. Cristian Magliarisi, si è concentrata nelle 24 ore appena trascorse in alcune aree periferiche del capoluogo, dalle quali nei giorni scorsi erano giunte alcune segnalazioni da parte dei residenti e per le quali era già stata avviata un’attenta attività di monitoraggio da parte degli agenti. Ad essere passate al setaccio dai poliziotti infatti sono la stazione ferroviaria e le zone ad essa adiacenti (dove sono stati numerose le prostitute e i pregiudicati identificati), zona San Giuliano le zone più a sud di Rimini. I servizi non hanno poi trascurato i parchi e le aree verdi della città: al fine di consentire a turisti e cittadini di poter godere gli spazi attrezzati in occasione delle giornate e temperature primaverili la Polizia di Stato, con l’ausilio delle unità ippomontate ha proseguito nelle attività di contrasto ai vari fenomeni del degrado urbano effettuando una capillare attività di controlli. Due le persone arrestate, due denunciate e  centinaia gli identificati nelle ultime ventiquattro ore. Alle ore 20:20, gli uomini delle Volanti della Questura sono state inviate presso P.le Boscovich dove era stata segnalata la presenza di un avventore molto molesto all’interno di un esercizio commerciale.     Giunti sul posto i poliziotti hanno individuato l’uomo, parso visibilmente agitato, il quale subito dopo essere entrato nel locale ha iniziato a proferire frasi a voce alta procurando pertanto timore sia ai agli altri avventori presenti nel locale che decidevano di allontanarsi. Avvicinatisi, l’uomo ha iniziato ad agitarsi ulteriormente, inveendo in un primo momento nei confronti del gestore del bar, reo a suo di dire di aver chiamato la Polizia: invitato a star composto, l’uomo a voce alta ha iniziato a proferire frasi ingiuriose e minacciose all’indirizzo degli operanti del genere: “SBIRRI DI MERDA …, MI STATE SUL CAZZO, BASTARDl, L’uomo ha pure iniziato ad urinare dalla zona dei tavolini del bar verso la spiaggia libera. I poliziotti a quel punto, anche con l’aiuto dei sanitari giunti sul posto in considerazione dell’alterazione dovuta all’assunzione di sostanze alcoliche, è stato bloccato in sicurezza e condotto presso gli Uffici della Questura dove è stato arrestato per resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale. 

Erano le 23,30 quando durante i servizi di controllo del territorio finalizzato al contrasto dei reati predatori e allo spaccio di sostanze stupefacenti, nei pressi della locale Stazione ferroviaria, quando gli uomini delle Volanti hanno notato un ragazzo di carnagione scura, armeggiare con il lucchetto di una bicicletta ivi parcheggiata: l’uomo non riuscendo nel suo intento la strattonava più volte tentando di asportarla. Notata la presenza dei poliziotti, l’uomo ha cercato di allontanarsi rapidamente imboccando via Roma. Il tentativo è stato vano: prontamente veniva raggiunto e bloccato dai poliziotti, l’uomo durante la fuga ha gettato a terra un gancio in metallo di circa 5 cm con punta ricurva utilizzato per tentare l’apertura del lucchetto posto a protezione della bicicletta oggetto del tentato furto . L’uomo, un cittadino tunisino di 19 anni, pertanto, è stato condotto presso gli Uffici della Questura dove, dopo i vari accertamenti, è stato arrestato per tentato furto aggravato.

Sempre nella serata di ieri gli uomini delle volanti hanno denunciato un marocchino di 20anni per porto abusivo di arma: durante i controlli predisposti al fine di contrastare i reati predatori e quelli contro la persona, i poliziotti hanno controllato un ragazzo che dopo i vari accertamenti è risultato essere in possesso di un coltello per il quale è vietato il porto.

I poliziotti delle Volanti, inoltre, hanno denunciato per tentato furto aggravato in concorso anche due algerini, uno del 1967 e uno del 1969:  si tratta di due ragazzi resisi responsabili di tentato furto aggravato nei confronti di una donna a bordo del bus n°11. I Poliziotti, raccolta le dichiarazioni e la descrizione di alcuni presenti, hanno iniziato le ricerche e dopo pochi minuti sono riusciti a trovare due ragazzi la cui descrizione era perfettamente corrispondente a quello ricevuta. Bloccati in sicurezza, gli uomini sono stati condotti presso gli Uffici della Questura dove sono stati denunciati per tanto furto aggravato in concorso.

Le attività espletate presso il Parco Cervi con il fiuto dei cani e con il personale del Reparto a cavallo della Polizia di Stato ha invece consentito ai poliziotti di identificare decine di stranieri e di rinvenire, nascoste tra i cespugli sostanza stupefacente, già suddivisa in dosi e pronta per essere rivenduta.

Le attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti e al controllo della sussistenza dei presupposti per la permanenza sul territorio nazionale da parte degli stranieri proseguirà anche nelle prossime giornate con l’ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato.

 

Condividi: