Cronaca

Novafeltria, persecuzione e minaccia aggravata contro la ex e il suo compagno: arrestato 63enne

NOVAFELTRIA – È stato arrestato questa mattina un uomo di 63 anni, originario di Sant'Agata Feltria, per i reati di persecuzione e minaccia aggravata nei confronti della ex moglie e del suo compagno. I problemi per la donna sono iniziati nel mese di luglio, quando l'uomo, spesso annebbiato dall'alcol, inveiva contro di lei, arrivando a picchiarla ferocemente. A causa del reiterarsi di comportamenti aggressivi, la donna ad agosto si è rifugiata in casa del nuovo compagno, lasciando definitivamente il 63enne. Quest'ultimo, accecato dalla rabbia e deciso a non rassegnarsi alla decisione della donna, ha iniziato a perseguitare la coppia con chiamate compulsive, centinaia di messaggi in pochi giorni, appostamenti nei luoghi frequentati dalla donna e minacce di morte nei confronti del compagno della ex con frasi come: "ti sparo col fucile". In un'occasione il 63enne ha inseguito e bloccato l'autobus su cui era salita l'ex con manovre pericolose a bordo della sua auto. 

Alla luce delle denunce della coppia pervenute alla stazione dei carabinieri di Pennabilli, ad agosto l'Autorità giudiziaria ha imposto la misura restrittiva della libertà personale. Questo non ha impedito all'uomo di fare un ultimo tentativo per incontrare la donna: l'ha infatti contattata sostenendo che il maresciallo dei carabinieri voleva che si incontrassero da soli per risolvere il problema. La donna non ha creduto all'ex e ha avvertito immediatamente i carabinieri. A seguito di questo evento, l'uomo è stato condannato agli arresti domiciliari, ordinanza eseguita questa mattina dai carabinieri.

Condividi: