News
    Sabato , 14 Luglio 2018     11:30

Musica: Intervista al rapper GARO, il suo album “The winner is”.

Garo, cinque tracce molto incisive, partiamo dalla prima che dona il nome all'EP “The winner is”, cito “…Io mi sento primo sempre, perchè mi sveglio,ed il mio corpo respira e ci sente, non è attaccato ad una presa di corrente…”,parole molto chiare, dove esalti la vita e l'indipendenza. Che circostanze ti hanno indotto a scrivere questo testo?

<<In realtà, tante e nessuna in particolare. Faccio fatica a costringere la vita in compartimenti stagni, quindi ogni situazione in cui mi trovo mi fa collegare ad altre esperienze, atteggiamenti ecc. che alla fine mi conducono ad un sottofondo di insoddisfazione comune dove non si è più contenti di nulla. Quando nel ritornello dico “mi sveglio ed il mio corpo respira e ci sente, non è attaccato ad una presa di corrente” faccio riferimento proprio a questo. Camminare con le proprie gambe, vedere con i propri occhi, respirare senza l’ausilio di macchine, poter parlare, ascoltare, toccare in piena autonomia, è già una grande fortuna che molti non hanno, io partendo da questo concetto ho iniziato man mano ad apprezzare sempre più tutto quello che faccio, chissà che non faccia venire l’acquolina anche a qualche ascoltatore. Le strofe invece sono un più incentrate su situazioni dove si è primi, ma non ci si fa caso o si danno per scontate “Dedico il primo grazie a chi mi ha reso tale, primo dal primo Natale , sapevo solo nuotare e già ero primo su milioni schizzati dentro mia madre”. Siamo già i primi sul podio ancora prima di avere una forma umana, perché dovremmo vivere una vita che non lo rispecchia?>>

 

Parliamo un po' del tuo excursus musicale e proseguiamo con 5AM, ambientata a Torino che messaggio volevi dare con questo testo?

<< 5AM è le traccia che forse preferisco dell’EP, è uno storytelling bello e buono che pesca anche molto dal personale, dove ho voluto puntare sul trasmettere immagini più che messaggi attraverso le parole. Se proprio un concetto deve esserci il significato è che, fondamentalmente, tutti ci spacchiamo la schiena per raggiungere i nostri obiettivi pensando di fare o meritare sempre qualcosa in più degli altri, e in questo testo invece ti scontri con il fatto che “non fai nulla di così tanto speciale”. Perché racconto che è la mia routine quotidiana. E se ti ci rispecchi, è anche la tua e quella di chissà quante altre mila-persone. Quindi appunto, non fai nulla di speciale, lavora a testa bassa a prescindere dai risultati e soprattutto dagli altri>>.

 

 In “Ti brucia l'anima”, “…Intanto salvo l'anima che il corpo sarà marcio…”, come salva la sua anima Garo? Quanto i tuoi pezzi ti rappresentano?

<< Mi viene da sorridere e confessarti che a “salvarmi” è la purezza dell’intento, e mi fermo qui sennò trasformiamo l’intervista in un meeting pseudo-religioso! A parte gli scherzi, il ritornello di questa traccia da molti spunti a cui agganciarsi, faccio appello alla curiosità, al confronto con gli altri, al farsi una cultura, insomma, a molte delle cose che ti servono per avere una vita ricca (ricca. Punto.). Tutte cose che se non sono prese in considerazione “ti bruciano l’anima”>>. 

 

Quanto è importante per te la saggezza? Spesso ripetuta nei tuoi testi e che valenza e significato gli dai?

<< Per me la saggezza è sinonimo di intelligenza, e il significato che le do è quello classico da vocabolario. Cioè non essere un filantropo per intenderci, ma essere sufficientemente elastici mentalmente da non essere mai, o il meno possibile, in difficoltà in qualsiasi situazione. Ed è importante perché ti porta a studiare (che siano libri, persone o sensazioni)  per essere sempre più in grado di essere saggio anche se  è “solo” una conseguenza>>. 

 

 “Balla” conclude il tuo lavoro, cito :“… ridammi il tempo che mi devi…”, quanto conta il tempo per te?

<<Balla è la traccia alla quale sono più affezionato di tutto il disco, perché è la Prima traccia ufficiale in assoluto dei Dish Fillers, il gruppo che vede me al mic e DJ FUZZ alle produzioni e a qualsiasi strumento musicale gli mettiate in mano. Credo di parlare anche a nome suo quando dico che questo è il suono che ci rappresenterà, e in questo pezzo si sente forte “L’ormai non ci fermate”, lo abbiamo fatto accadere troppe volte. Proprio perché il tempo conta molto, tutto probabilmente. è solo da un paio d’anni che sono riuscito a dedicare il tempo che voglio e come voglio alla musica. Avendo iniziato a lavorare da quindicenne come cuoco, ho avuto forzatamente a disposizione poche ore da dedicare rispetto a quanto volessi, e ora invece sono riuscito a invertire il gioco. Al lavoro che mi ha assorbito si sono aggiunte poi tutte quelle persone con le quali avvii dei progetti in cui ti fiondi anima e corpo ma ti lasciano in sospeso in eterno, se glielo permetti. Ed ora non lo permetto più, nel testo dico “la prima volta sono stati bravi a coglionarmi, dalla seconda sono io coglione non gli altri bastardi”, perché comunque in tutto quello che imputiamo agli altri di farci c’è anche la nostra responsabilità e nelle terza strofa lo accentuo molto>>. 

 

Quali sono i tuoi contatti sul  web e quali progetti hai a breve termine? Grazie per la disponibilità fornitaci.

<<Siamo già a lavoro con DJ FUZZ per il disco ufficiale che uscirà sempre per kryptonite muzic, la family che sta credendo in noi e che siamo fieri di rappresentare in giro per tutte le serate a cui performiamo. Ci saranno presto dei video, pescando delle tracce sia dall’EP The Winner Is sia da inediti, insomma come sopra : ormai siamo partiti non ci fermate!>>

 

Dott.ssa Agnese Monaco

 

Per tutti i contatti :

 https://www.facebook.com/dishFillers/

https://www.facebook.com/garoohm/

https://www.instagram.com/dish_fillers/

https://www.instagram.com/kryptonitemuzic/

http://www.kryptonitemuzic.it/

https://www.jamendo.com/artist/508458/garo

 

Condividi: