Cronaca

MENINGITE A 3 MESI, IL CONTAGIO DALLE TARTARUGHE D’ACQUA

Sarebbe stato il contagio con le feci delle tartarughine a scatenare una grave encefalite da salmonella in un bimbo di tre mesi, ricoverato all'ospedale di Vicenza, e che ora sarebbe fuori pericolo. Il bimbo, sottoposto a terapia antibiotica, è ancora in osservazione in pediatria. L'ipotesi, ritenuta probabile dagli stessi sanitari – come riporta 'Il Giornale di Vicenza' – è stata fatta dopo la diagnosi di meningo-sepsi da salmonella, provocata dai batteri che vivono nell'apparto intestinale di vari animali, tra cui i rettili. Da qui, scartando altre fonti di contagio, la possibilità che la salmonella sia stata contratta dal piccolo dopo che un adulto, incautamente, aveva toccato le feci delle tartarughine d'acqua, nell'acquario di casa. (ANSA).

Condividi: