Sport

L’EX CICLISTA RICCARDO RICCO’ RISCHIA DI FINIRE A PROCESSO PER SPACCIO DI DROGA

L'ex ciclista modenese Riccardo Riccò, notissimo in Romagna perché Poggio Torriana, è uno dei luoghi che più frequenta, rischia di finire a processo per cessione di sostanze stupefacenti e dopanti. Il 33enne di Formigine, squalificato il 19 aprile 2012 per doping fino al 2024, risulta, infatti, tra gli otto indagati in un'inchiesta dei Nas di Parma e di Sassuolo su un giro di sostanze illecite destinate a ciclisti amatoriali. Sette degli otto indagati, tra cui Riccò, sono residenti nel modenese e tutti legati al mondo delle biciclette. L'ottavo è invece un 32enne di Caserta. Mentre tra le accuse si parla anche di somministrazione di sostanze dopanti a ciclisti amatoriali, per Riccò, invece, si ipotizza solo la cessione di Cera o Epo, oltre al farmaco 'Contramal' a un altro ciclista, indagato, che a sua volta avrebbe ceduto allo stesso Riccò altre sostanze dopanti. L'episodio in questione sarebbe avvenuto nel giugno 2014.
   

Condividi: