Eventi
    Giovedì , 13 Settembre 2018     10:19

Le ultime domeniche di settembre “Vivi Dante” a Fiorenzuola di Focara e Gradara

Tornano le maratone di lettura ideate da Elisa Baggiarini: domenica 23 Vita Nova a Fiorenzuola, domenica 30 Inferno a Gradara

 

È settembre e per il quarto anno consecutivo il Sommo Poeta diventa padrone del Monte San Bartolo. Tornano gli appuntamenti a cura dell’Associazione culturaleFocara per Dante con un programma “raddoppiato” e un nome nuovo “Vivi Dante…verso il settecentenario”.Alla consueta data di domenica 23 settembre, nei vicoli di Fiorenzuola di Focara, si aggiunge un appuntamento in più:domenica 30 settembre a Gradara. Ancora amatoriali e volontari i lettori che presteranno voce e passione ai più celebri versi di Dante Alighieri. Diverse saranno però le opere protagoniste: a Fiorenzuola fa il suo esordio l’amor cortese della Vita Nova, testo giovanile del poeta e preambolo del paradisiaco viaggio verso Beatrice, a Gradara, patria del tormentato amore di Paolo e Francesca, risuoneranno, invece, i 34 canti dell’Inferno.

Come nella più classica delle maratone di lettura, a Fiorenzuola di Focara il 23 settembre, i protagonisti si avvicenderanno alla lettura dell’opera da un unico leggio in Piazza Paoli. Tutta una tirata, senza soste, dall’incipit alla conclusione. La domenica successiva, invece, saranno tante le voci che, sparse per il circuito di vicoli che salgono al castello di Gradara, intoneranno in contemporanea i versi dell’Inferno. Dopo le presentazioni, i partecipanti si divideranno in due diversi turni di lettura (il primo alle 16 e il secondo alle 17) e alterneranno la recitazione delle terzine a momenti di parafrasi e riflessione. A separare le due sessioni, la lettura, ancora una volta dal palco centrale, del V canto, affidata alle voci dei più giovani protagonisti della manifestazione. Al termine, il monologo goliardico di Francesca da Rimini a cura dell’Associazione culturale “Il vaso di Pandora” della provincia di Mantova.Si comincia alle 16 a Fiorenzuola e alle 15.30 a Gradara e insieme alle opere di Dante ci sarà l’accompagnamento musicale a cura di Elisabetta Del Ferro.

A guidare il tutto, Elisa Baggiarini, 26 anni, giovane insegnante che da anni porta Dante nelle scuole, e la sua neonata Associazione Culturale Focara per Dante. “È stato per me un 2018 carico di traguardi che ha sancito prima la creazione ufficiale dell’associazione e poi anche la nascita di una piccola rassegna di incontri estivi dal titolo ‘Chiacchiere dantesche’, che ci ha portato a conoscere e fidelizzare un folto pubblico di appassionati e seguaci. In questo fermento è stato poi naturale anche trasformare l’evento di settembre, a partire dal nome ‘Vivi Dante…verso il settecentenario’ che da un lato ci ha permesso di ‘prestare’ la maratona anche ad altri comuni e dall’altro vuole essere un’esortazione alla vivacità, rivolta parimenti al pubblico e al poeta stesso”.

L’evento di settembre compie quest’anno quattro anni. L’edizione 2017, bagnata da una pioggia insistente e per questo realizzata all’interno dei locali dell’ex Palazzo Comunale di Fiorenzuola di Focara, ha sancito il cambio di passo per l’Associazione che ora guarda anche oltre i confini del Parco del Monte San Bartolo. Lo dimostra la nutrita presenza di lettori provenienti da ogni parte d’Italia, nonché l’amicizia e la collaborazione sempre più solida con gli altri gruppi che lungo lo stivale tutelano il patrimonio letterario dantesco e organizzano maratone di lettura. Anche la stagione invernale, dunque, si preannuncia ricca di appuntamenti che saranno costantemente presentati e aggiornati sulla pagina Facebook @focaraperdante, punto di ritrovo e di raccolta di idee per gli appassionati della materia.

Condividi: