Eventi
    Giovedì , 6 Settembre 2018     16:40

LE OCHE ACROBATICHE E L’INVASIONE DEI ROBOTTONI

MINOLTA DIGITAL CAMERA

VERUCCHIO CELEBRA LA SUA FIRA CON LA FESTA DELLE CONTRADE E TANTE NOVITà

Sabato 8 e domenica 9 settembre torna la 32ª edizione della tradizionale “Fira di Quatorg”. Gli animali in prima fila, ma anche antichi mestieri, musica, arti e il “C’era una volta”

 Un paese intero che si mette in gioco. A colpi di classici intrattenimenti come rubabandiera, corsa con i sacchi e tiro alla fune. Per decretare, infine, la contrada dell’anno.
La sfida delle quattro storiche Contrade (Faggiola, Passerello, Piazza e Sant’Agostino) è uno degli elementi della “Fira di Quatorg”, la tradizionale festa settembrina di Verucchio, in programma 8 e 9 settembre con molte novità.
Ripartita di slancio, grazie alla passione e all’inventiva di Michele Andruccioli e Marco Urbinati, coadiuvati da altri verucchiesi e dalla squadra della Pro Loco, la Festa è pronta ad impennarsi, sabato 8 settembre, con il moto-auto raduno, a spasso per il comune malatestiano. Dopo le premiazioni relative alla disfida del capoluogo, esibizione della New Graphic Ballet (classica, danza moderna e hip hop).

Altra grande novità, è rappresentata dall’aperitivo INN di sabato: dalle ore 19 Verucchio subirà l’invasione dei Robot Punk, affascinante spettacolo di colori e “robottoni” allestito da Paolo Gabriele del Ghetto 46. Piazza Malatesta ad un certo punto sarà oscurata e sulle note della musica con la musica i robot scendono “in pista” tra i visitatori, le famiglie e i bambini.


Domenica 9 settembre è quello preposto per le arti e mestieri, botteghe e laboratori. Il lavoro delle mani (vetro soffiato, pietra, fisarmoniche, ebano e legno) è mostrato da una serie di artigiani provenienti da diverse regioni, e capitanati dal famoso ebanista verucchiese Juri Montanari, l’artista del Padre Nostro in ebano più grande del mondo.

Al parco IX Martiri ci saranno mucche con mungitura, capre, cavalli, cani che ripeteranno più volte uno spettacolo/addestramento, con la proposta per i bambini dei piccoli passi a cavallo grazie alle Querce di San Martino dei Mulini.
Altra incredibile novità è lo spettacolo delle Oche Acrobatiche: tre passi, una capriola in volo e ripartenza.

Alle 11 la Sala delle Associazioni sarà intitolata alla memoria dello storico medico condotto Riccardo Magnani. Sarà il sindaco Stefania Sabba a condurre la cerimonia.

Piazza Malatesta, via Sant’Agostino, Mura del Fossato diventano le vie dei musicisti, dei poeti e dei pittori, capitanati dal “Van Gogh della Valmarecchia”, l’ultrasettantenne verucchiese Vincenzo “Cicci” Bronzetti.

Per il “C’era una volta” sono in programma la spannocchiatura, la produzione del formaggio e pigiatura dell’uva.
Alle 17.30 è in programma il divertente spettacolo “Sensale” di Marco Giulio Magnani. Alle ore 19 è il momento della sfilata in piazza “E sotto il vestito …”, la magia degli abiti in punta d’ago, dalle raccolte rinvenute in casa, anche di intimo, dell’Ottocento.

Balli anni ’30 e ’50 con la Happy Rock, il poeta di Casalecchio Mauro Vanucci proporrà le sue zirudele, in attesa dei fuochi d’artificio in omaggio a Luciana e Vittorio Andruccioli, il titolare del ristorante “La Rocca” che che per primo portò gli spettacoli pirotecnici in paese.

Condividi: