Cronaca

LA POLIZIA DI STATO CONTRO I FURTI: 2 ARRESTI, 9 DENUNCE E 6 ESPULSI A RIMINI

Continuano, da parte della Polizia di Stato i controlli finalizzati a prevenire e a contrastare fenomeni di degrado urbano, a verificare l’osservanza da parte di cittadini stranieri del rispetto della vigente normativa inerente l’ingresso e la permanenza sul territorio nazionale, i reati contro la persona ed il patrimonio, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività del personale dell’Ufficio Prevenzione Generale – Soccorso Pubblico coadiuvato dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna, coordinate sul territorio dal dr. Cristian Magliarisi, si è concentrata negli ultimi due giorni in alcune aree periferiche del capoluogo, dalle quali nei giorni scorsi erano giunte alcune segnalazioni da parte dei residenti e per le quali era già stata avviata un’attenta attività di monitoraggio da parte degli agenti. Ad essere passate al setaccio dai poliziotti infatti sono la stazione ferroviaria e le zone ad essa adiacenti (dove sono stati numerose le prostitute e i pregiudicati identificati), alcune strade del quartiere Miramare, le zone più a sud di Rimini, nonché le aree in cui si concentra l’attività di prostituzione. I servizi non hanno poi trascurato i parchi e le aree verdi della città: al fine di consentire a turisti e cittadini di poter godere gli spazi attrezzati in occasione delle giornate e temperature primaverili la Polizia di Stato, con l’ausilio delle unità ippomontate ha proseguito nelle attività di contrasto ai fari fenomeni del degrado urbano effettuando una capillare attività di controlli. Nell’ambito delle attività, i poliziotti hanno inoltre effettuato accessi anche presso 10 esercizi commerciali del capoluogo al fine di verificare l’identità degli avventori: e proprio durante uno di questi controlli, gli agenti hanno controllato e identificato un uomo di origini nordafricane, ricercato perché doveva scontare una pena in ordine a reati relativi alle sostanze stupefacenti. Arrestato, l’uomo è stato subito condotto presso la locale casa circondariale. I controlli hanno inoltre permesso inoltre di individuare all’interno di un esercizio commerciale una sala slot, per la quale sono state avviate le verifiche per accertare la regolarità.Con gli uomini della Divisione Amministrativa e sociale della Polizia di Stato sono stati poi passati al setaccio anche 3 videolottery – in relazione alle quali sono attualmente al vaglio le responsabilità amministrative –  e alcune strutture ricettive per le quali era stata da tempo attivata un’attenzione particolare: durante i controlli, gli agenti, con l’ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato, hanno rinvenuto in una camera della sostanza stupefacente; sono in corso di definizione gli accertamenti per le responsabilità di natura amministrativa connesse alla gestione delle strutture. L’attività ha consentito inoltre di denunciare 9 persone: cinque per inottemperanza all’ordine del questore di lasciare il territorio nazionale, una per falsa attestazione a pubblico ufficiale, una per mancata esibizione del permesso di soggiorno, una per porto abusivo di un coltello a serramanico nascosto nelle parti intime e un'altra per violazione delle disposizioni del tulps.  6 sono stati i provvedimenti di espulsione adottati nei confronti di stranieri irregolari sul territorio e diverse centinaia le persone identificate. Con l’ausilio della Polizia Municipale di Rimini sono stati inoltre predisposti durante la notte diversi posti di controllo lungo le arterie principale della città. L’attività della Polizia di Stato proseguirà anche nelle prossime giornate con l’ausilio delle unità cinofile antidroga e del Reparto a cavallo.

 

Condividi: