Cronaca

La Polizia di Stato blocca un corriere con oltre mezzo etto di eroina al casello A14 di Rimini Sud

RIMINI – Era da qualche tempo che gli investigatori della Squadra Mobile – Sezione Antidroga – seguivano le mosse di un 45enne residente a Rimini ma originario della Basilicata, camionista di professione. Convinti che durante i frequenti viaggi di lavoro trasportasse non solo merci ma anche droga, nella notte appena trascorsa, avuta notizia che l’uomo stava rientrando dalla Puglia dove si era recato per lavoro, si sono appostati al casello di Rimini sud e lo hanno aspettato. Verso le 04,00 il mezzo è uscito dal casello ed è stato bloccato dagli agenti, i quali hanno immediatamente sottoposto sia l’uomo sia il T.I.R. da questi condotto a perquisizione, con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga; il fiuto infallibile del cane antidroga “Gimbo” ha permesso di individuare subito lo stupefacente – oltre mezzo etto di eroina – abilmente nascosto all’interno della cabina del mezzo nonché un bilancino di precisione e dei coltelli a serramanico utilizzati per il taglio, pesatura e confezionamento della droga. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire e sequestrare ulteriore eroina per alcuni grammi oltre ad altro materiale comprovante l’attività delinquenziale. Al termine degli accertamenti l’uomo è stato tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotto presso la locale casa circondariale a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

L’eroina, droga utilizzata un tempo quasi esclusivamente per endovena, sta riaffacciandosi sul mercato degli stupefacenti in virtù del diverso tipo di utilizzo: non più “sparata in vena”, ma bensì fumata in svariati modi.

Condividi: