Ambiente Istruzione
    Martedì , 25 Settembre 2018     10:59

La Grande Macchina del Mondo torna con nuove proposte

E’ partita la 9a edizione del progetto didattico gratuito di Hera per le scuole, con 39 percorsi che sensibilizzano gli studenti alle buone pratiche quotidiane per il rispetto dell’ambiente.   Le iscrizioni alle attività sono aperte dal 24 settembre al 20 ottobre 

La Grande Macchina del Mondo giunge al suo nono anno e continua a rinnovare i propri progetti di educazione ambientale presso le scuole di ogni ordine e grado nei territori in cui opera.

Aperte le iscrizioni fino al 20 ottobre

Dal 24 settembre fino al 20 ottobre gli insegnanti delle scuole del territorio servito da Hera potranno iscrivere le proprie classi alle iniziative didattiche de La Grande Macchina del Mondo sul sito www.gruppohera.it/scuole. Il progetto ambientale di Hera propone un ricco ventaglio di offerte con 39 percorsi didattici a tema acqua, energia o ambiente, molti nuovi, altri con approcci, metodologie e strumenti completamente ripensati e riorganizzati. Le attività sono studiate e strutturate per le scuole dell’infanzia, le primarie e le secondarie di 1° e 2° grado dei Comuni dei territori da Modena a Rimini. Lo scorso anno, l’iniziativa ha coinvolto 3.200 classi, 70.000 alunni e più di 5.000 insegnanti. Accanto al ricco programma di laboratori scientifici, spettacoli, giochi e un nuovo concorso a premi che coinvolge anche i genitori, non manca il supporto a insegnanti e famiglie con strumenti e attività coinvolgenti e innovativi. Anche quest’anno, il progetto si avvale della competenza e professionalità delle cooperative locali Atlantide, La Lumaca, Antartide, Il Millepiedi e Anima Mundi. Inoltre, partecipano il CIREA (Centro italiano di ricerca ed educazione ambientale) il Dipartimento di Bioscienze dell’Università di Parma e il Prof. Andrea Canevaro pedagogista di fama internazionale. L’iniziativa è patrocinata dall’Ufficio Scolastico Regionale.

 

L’offerta didattica per il nuovo anno scolastico

Il nuovo progetto è stato ampiamente rivisto per offrire alle insegnanti e ai ragazzi nuovi stimoli, informazioni, approcci al mondo delle risorse attraverso laboratori, spettacoli, giochi di squadra.

La struttura di ogni percorso prevede un’attività propedeutica, un incontro a scuola e un’attività finale che include strumenti di approfondimento per gli insegnanti e tanti materiali e attività da condividere in famiglia.

Le proposte per l’infanzia sono più ricche e coinvolgenti, con i consueti laboratori di teatro e la nuova proposta di “lettura dialogica” che mette in relazione la storia con l’esperienza del bambino.

I laboratori per le primarie esplorano metodologie didattiche innovative come i silent book, libri senza parole che raccontano per immagini, e il coding, attività di programmazione informatica in forma di gioco, in aggiunta ai laboratori teatrali ed esperienziali, già conosciuti ma rinnovati e con attività diversificate tra il biennio e il triennio.

Le secondarie di I grado, vengono coinvolte in laboratori scientifici ed esperienziali e in dibattiti a squadre ispirati all’Oxford Style Debate, una metodologia molto usata dagli anglosassoni che stimola competenze trasversali a matrice didattica ed educativa. Inoltre, anche la creatività avrà ampio spazio con un atelier di Art Journaling, un diario ambientale in cui elaborare collettivamente una storia suggerita dalle immagini consegnate dagli educatori e un laboratorio di video making su una delle tematiche del percorso.

 

Itinherario invisibile: tornano le visite reali e virtuali agli impianti

Torna anche Itinherario Invisibile, il ciclo di visite, virtuali e non, ai principali impianti gestiti da Hera. Gli alunni potranno vivere da vicino la gestione di servizi importanti per i cittadini. Più di 2.000 studenti hanno partecipato a questa esperienza nell’edizione passata, scoprendo i segreti dei principali impianti Hera.

 

I concorsi e i progetti che premiano le scuole

A sostituire i vecchi concorsi sui territori sarà “Ti piace l’idea?”, sfida di eco-idee che coinvolge per la prima volta i comitati dei genitori in buone pratiche per una scuola più green.

Per le scuole primarie e secondarie di I grado, torna “Digi e Lode”, il progetto che stimola i comportamenti digitali virtuosi dei clienti, quali l’attivazione della bolletta online, la domiciliazione bancaria, l’autolettura digitale che generano punti da assegnare a una scuola del territorio servito da Hera. Le scuole che otterranno il maggior punteggio riceveranno premi in denaro per l’acquisto di prodotti digitali.

 

Riciclandino, anche quest’anno, premia le scuole dei ragazzi le cui famiglie utilizzano le stazioni ecologiche: più rifiuti portano, più la scuola ottiene incentivi economici.

 

Sono tante, dunque, le proposte in continua evoluzione, con il confronto costante tra insegnanti, educatori e studenti, per questo progetto strutturato tenendo conto del legame profondo con ciò che accade nella società e nel territorio, proponendo un’educazione ambientale che si avvicina agli impianti di gestione, alle problematiche ambientali, alle buone pratiche quotidiane a sostegno dell’economia circolare e della raccolta differenziata.

Come sempre, le iscrizioni avvengono solo online collegandosi al sito www.gruppohera.it/scuole.

Condividi: