Cronaca

In arrivo la quinta ondata di caldo, Emilia Romagna e costa adriatica con temperature “bollenti”

RIMINI – L’alta pressione torna protagonista sul nostro Paese, assumendo una matrice progressivamente sempre più africana, fino a consolidarsi decisamente a partire da lunedì. Di conseguenza, il weekend sarà caratterizzato da giornate con tempo stabile e soleggiato e da temperature in graduale aumento con punte fino a 35 gradi. Si segnala soltanto una breve fase temporalesca che interesserà le regioni settentrionali nella seconda parte di sabato, dovuta a un veloce impulso instabile. 
Secondo meteo Italia quella di domenica, poi, sarà un’altra giornata pienamente estiva e soleggiata al Centrosud, in Liguria, Emilia Romagna e coste dell’alto Adriatico, a parte brevi e isolati temporali di calore sull’Appennino. Nel resto del Nord maggiore presenza di nuvole, con la possibilità di temporali sparsi su zone alpine e prealpine. Non è escluso qualche fenomeno anche nella pianura piemontese. Temperature in ulteriore leggera crescita al Centrosud con punte massime fino a 35-36 gradi. Da lunedì il rinforzo dell’Anticiclone Nord Africano innescherà una nuova ondata di caldo, determinando un rapido rialzo delle temperature, con picchi massimi che potranno raggiungere i 40 gradi nel corso poi della settimana in molte zone del Centrosud e della pianura padana. 
Secondo le attuali proiezioni, questa quinta ondata di caldo avrà carattere di eccezionalità. Le temperature risulteranno molto elevate, raggiungendo in molte località italiane i 40 gradi, e prossime ai record storici: basti pensare che, nella zona di origine, i valori potrebbero toccare i 50 gradi. Questa ondata durerà almeno una settimana. A causa proprio anche di questa sua durata, l’imponente ondata di caldo avrà conseguenze negative, che andranno ben oltre il disagio, sulle fasce di popolazione più a rischio. 

Condividi: