Cultura

IL VENEZUELA MUORE, L’ITALIA TACE? VENERDI’ A COVIGNANO INCONTRO CON IL CARDINALE BALTAZAR PORRAS

Quello Venezuelano è un popolo da mesi in piazza per una protesta pacifica, contro il governo di Ni­colàs Maduro. La feroce repressione messa in atto dal governo ha fin qui provocato numerose vittime, so­prattutto tra i giovani, complice una violenza sfrenata anche da parte degli organismi di sicurezza. Il popolo venezuelano soffre la fame, si muore per mancanza di medicinali. La crisi è sempre più profonda, l'inflazione continua a crescere e supera ormai il 500%, mentre non si vede quale potrebbe essere una via d'uscita pacifica.
A raccontare la sofferenza di questo popolo allo stremo e a lanciare un grido di aiuto è il cardinale Baltasar Porras Cardoso, Baltazar Enrique Porras Cardozo, noto come Baltazar Porras(Caracas10 ottobre 1944), cardinale venezuelano, attualmente arcivescovo cattolico di Mérida.
Il card. Baltazar Porras esporrà la situazione reale di questo popolo Venerdì 30 giugno 2017, alle ore 21, in un incontro (ingresso libero) organizzato da Missio Rimini, nel Teatro del Seminario Diocesano "don Oreste Benzi", a San Fortunato di Covignano (via Covignano, 259 (RN) – Tel. 0541/753452).
Ordinato sacerdote il 30 luglio 1967 da Miguel Antonio Salas Salas, il card. Baltazar Porras è stato presidente della Conferenza Episcopale Venezuelana (CEV). Dal 2007 è primo vicepresidente del Consiglio Episcopale Latinoamericano (CELAM). È stato eletto cardinale il 19 novembre 2016 da papa Francesco; lo stesso pontefice il 14 gennaio 2017 lo ha nominato membro dellaPontificia commissione per l'America Latina.
È stato un oppositore del presidente venezuelano Hugo Chávez ed è stato oggetto di aggressioni verbali da parte di Chávez e dei suoi seguaci.
Quello Venezuelano è un grido senza ascolto? Il Paese sudamericano muore, l'Italia tace?

L'incontro di venerdì 30 giugno è una occasione per saperne di più sulla sofferenza di questo popolo allo stremo, su quanto sta accadendo da una fonte autorevole e un testimone. Tra Rimini e il Venezuela, tra l'altro, c'è un rapporto fraterno che dura da molti anni: Rimini ha aperto una missione nella Diocesi di La Guaira che ha operato per oltre vent'anni grazie all'apporto primario di don Aldo Fonti (oggi Direttore dell'ufficio diocesano Missio), e di don Gerardo Rocchi e don Egidio Brigliadori. Il servizio riminese si è visibilizzato nella parrocchia San Martin de Porres. E il rapporto con il Venezuela non si è mai interrotto come dimostrano i viaggi e campi di missione che vedono oggi protagonisti tanti giovani riminesi in un rapporto di rinnovata reciprocità tra le due diocesi e con il clero venezuelano.

Condividi: