News
    Giovedì , 16 Novembre 2017     18:56

Guida Michelin, edizione 2018: l’E-R è la regione con più Bib, un noto ristorante perde una stella

PARMA – È stata presentata oggi a Parma la guida Michelin 2018, che vede l'Emilia Romagna in testa fra le regioni con più ristoranti Bib Gourmand (ovvero quelli con una cucina di qualità e un menù completo a meno di 35 euro), con 33 riconoscimenti. Tre i nuovi ristoranti che rientrano nella categoria Bib, tutti di Bologna: Al Cambio, Osteria Bartolini e Trattoria di Via Serra.

Passiamo poi alle stelle. Fra i ristoranti stellati della regione ci sono: l'Osteria Francescana di Massimo Bottura a Modena, che conferma le sue tre stelle; il Magnolia di Cesenatico, che ha guadagnato la seconda stella; il Don Giovanni di Ferrara, che è sceso da due a una stella; il San Domenico di Imola, che ne conferma due; altri 17 ristoranti con una stella.

Uscendo dalla regione, sono saliti a nove gli chef della cucina italiana ad entrare nell'olimpo dei migliori secondo la Guida Michelin. Norbert Niederkofler del ristorante St. Hubertus di San Cassiano, ha guadagnato la terza stella, andando ad affiancarsi agli altri 8 ristoranti italiani con lo stesso riconoscimento, ovvero: la già citata Osteria Francescana a Modena, Dal Pescatore a Canneto Sull'Oglio, La Pergola a Roma, Enoteca Pinchiorri a Firenze, Piazza Duomo ad Alba, Da Vittorio a Brusaporto, Reale a Castel di Sangro e Le Calandre a Rubano.

Sono 22 i nuovi ristoranti premiati con una stella, 3 quelli che salgono da una a due stelle e una retrocessione "nota": il ristorante Cracco di Milano, gestito dal famoso chef Carlo Cracco, perde una stella e scende così a una.

Condividi: