Ambiente Eventi
    Lunedì , 24 Settembre 2018     09:45

EcoFeste: con San Michele parte la sperimentazione per Fiere più ecosostenibili

Stoviglie biodegradabili per i punti ristoro e le attività di gastronomia

 

 

Le fiere d’autunno di Santarcangelo sono sempre più ecosostenibili. Con l’edizione 2018 della Fiera di San Michele – 29 e 30 settembre – parte infatti una nuova fase di sperimentazione per manifestazioni ed eventi più ecosostenibili. Dopo EcoNatale, il potenziamento della raccolta porta a porta per le attività economiche del centro, l’installazione della Casa del pulito e delle tre Case dell’acqua e i numerosi progetti educativi sulla raccolta differenziata e sul valore del riuso, l’Amministrazione comunale continua il percorso per la riduzione dei rifiuti indifferenziati con una sperimentazione che segue le indicazioni della mozione approvata all’unanimità dal Consiglio comunale del 28 novembre 2014.

 

Nello specifico, in base all’ordinanza 88/2018, i punti ristoro, le attività di gastronomia e pizza al taglio – ambulanti e fissi – che partecipano alla Fiera di San Michele dovranno utilizzare stoviglie biodegradabili, che andranno conferite nei cassonetti dell’organico. Gli altri rifiuti dovranno invece essere smaltiti come di consueto nei cassonetti di carta, plastica e vetro, già presenti nelle precedenti edizioni delle fiere.

 

“Già da qualche anno l’Amministrazione comunale persegue l’obiettivo di migliorare gli standard di raccolta differenziata in occasione dei grandi eventi come le fiere d’autunno e balconi fioriti – affermano l’assessore alla Qualità ambientale Pamela Fussi e l’assessore al Turismo Paola Donini – nonostante risulti spesso un’operazione complessa e difficoltosa, soprattutto per le notevoli dimensioni di queste manifestazioni e la grande affluenza di pubblico. Oltre a ciò, dagli organizzatori vengono impartite indicazioni precise agli operatori della fiera al fine di favorire comportamenti più ecosostenibili”.

“Dopo il riconoscimento come “Green destination” dello scorso anno, che ha inserito Santarcangelo tra le 100 mete turistiche più sostenibili, prosegue dunque il percorso dell’Amministrazione comunale per un turismo di qualità, responsabile e sostenibile – continuano gli assessori Fussi e Donini – che si affianca anche alle tante iniziative dedicate alla tutela dell’ambiente e alla lotta allo spreco portate avanti in questi anni da Santarcangelo Festival come l’uso di stoviglie, posate e bicchieri compostabili e biodegradabili, l’installazione della casina per l’acqua gratuita, e il progetto Biciclo sul riuso delle vecchie biciclette per favorire la mobilità lenta”.

Condividi: