News

Dopo un anno ecco i risultati del progetto di riqualificazione “Santarcangelo+”

SANTARCANGELO – A un anno dall’avvio è tempo di un primo bilancio per Santarcangelopiù, la stagione di opere pubbliche e pianificazione lanciata nell’ottobre 2016 per dare più valore alla città. Un bilancio che comincia dai numeri, con 5.248.000 euro di interventi già realizzati o in fase di realizzazione, oltre un milione di euro di manutenzioni stradali tuttora in corso e circa 3.000.000 di euro di opere pubbliche in fase di progettazione o in procinto di essere realizzate. Nel corso dell’anno l’amministrazione comunale ha dato il via a una serie di manutenzioni e interventi sull’intero territorio comunale, con l’obiettivo di migliorare la viabilità, aumentare i collegamenti tra frazioni e capoluogo, stimolare la mobilità sostenibile, valorizzare il patrimonio storico-culturale e naturalistico della città.

Fra gli interventi già conclusi ce ne sono diversi volti a migliorare la mobilità ciclopendonale, riqualificare gli edifici scolastici, migliorare lo stato del manto stradale. Fra gli interventi in corso di progettazione o di prossima realizzazione rientrano invece la nuova scuola materna di Canonica – con un milione e 700mila euro già stanziati – e la passerella sul fiume Marecchia, che garantirà il collegamento ciclopedonale tra il capoluogo e San Martino dei Mulini con un intervento da un milione di euro. Nella stessa frazione partiranno entro fine 2017 i lavori per la realizzazione della rotatoria fra le vie Trasversale Marecchia e Tomba, con attraversamenti pedonali e il prolungamento della pista ciclabile per un importo totale di 120mila euro. Procede infine il percorso progettuale per la realizzazione dell’area camper in via della Resistenza, al costo totale di 122mila euro.

Il sindaco di Santarcangelo Alice Parma ha commentato: “Questo primo bilancio di Santarcangelopiù da il senso della dimensione e del valore dei progetti messi in campo in questi anni di lavoro dell’amministrazione comunale. Questi risultati sono il frutto di un buon lavoro di programmazione degli interventi ed elaborazione dei progetti, entrambi basati su una visione della città che favorisce la rigenerazione urbana, la mobilità lenta e il rispetto dell’ambiente. Va sottolineato anche che il raggiungimento di questi obiettivi è stato possibile grazie a una progettazione capace di intercettare diverse fonti di finanziamento e co-finanziamento, che hanno permesso di ridurre i costi a carico dell’amministrazione comunale attraverso contribuiti provenienti da Regione, Stato e Unione europea”.

Condividi: