Cronaca
    Martedì , 5 Dicembre 2017     10:14

Brindisi, Riina: il caffè in cialde «Zù Totò»

In Italia è tutto possibile e come spesso accade per chi investe, stupra, uccide, ci saranno le lodi e appalusi dei media e dei soliti "benefattori", libri e anche forse qualche film o fiction, l'Italia è così, giusto riabilitarsi, ovvio provarci, ma quanti mah…
Siamo a Brindisi, più precisamente a San Pancrazio Salentino prende vita la nuova attività imprenditoriale della Figlia di Totò Riina, il boss della mafia, morto lo scorso novembre. Maria Concetta e il genero Antonino Ciavarello, hanno deciso di usare il "marchio" di famiglia per produrre una nuova marca di caffè in cialde e prodotti alimentari  dedicati allo scomparso boss, usando chiamiamolo così, il marchio di famiglia.

"Zù Totò", questo il nome del caffè e degli altri prodotti, il tutto potrà essere acquistato on-line. L'annuncio della coppia è arrivato su Internet. L’operazione di marketing, secondo quanto riportato dal sito «Lo Strillone», è partita nei giorni scorsi sul profilo Facebook del genero di Riina, con un post poi rimosso: «Se facciamo produrre le cialde di caffè ru zu Totò, lo comprate?». Il sito internet c'è, ma noi per ragioni non di informazione ma di etica nostra, non lo riporteremo.
Sull'onda del clamore mediatico che sta vivendo la famiglia Riina, i due coniugi hanno avviato un vero crowdfounding online per raccogliere pre-ordini per poi costituire una nuova ditta, ovviamente le forze dell'ordine stanno già indagando sulla veridicità di queste notizie giunte dal web. 

Condividi: