Cronaca

Bonificate 64 tonnellate di rifiuti abbandonati a Santa Giustina, deferiti tre responsabili

RIMINI – È stato bonificato nei giorni scorsi l'ex complesso produttivo della fornace a Santa Giustina, che sorge vicino all'alveo del fiume Marecchia e nei pressi di un pozzo di Romagna Acque. L'attività, affidata al personale del distaccamento di Viserba della Polizia Municipale, si è resa necessaria a seguito dell'inadempienza di tre persone, deferite in stato di libertà, che avevano l'obbligo di smaltire i rifiuti e ripristinare lo stato dei luoghi a seguito di ordinanze comunali. L'inerzia dei tre soggetti privati ha portato la Polizia Municipale a incaricare un'impresa specializzata per rimuovere circa 64 tonnellate di materiale deterioratosi nel tempo, frutto dell'attività della fornace oramai inattiva da alcuni anni e lasciato in stato di totale abbandono. L'attenzione si è concentrata soprattutto sui rifiuti speciali e pericolosi vicino alla strada. Il Comune ha ritenuto prioritario intervenire per evitare una situazione di ulteriore degrado, ma metterà subito in atto le procedure per il recupero delle somme erogate per l'intervento da chi avrebbe dovuto occuparsene con più coscienza e rispetto della legge.

Condividi: