News

AUTO SPECIALI, GRAND HOTEL STRAPIENO, SCEICCHI E SIMON LE BON MA “MODENA CENTO ORE” VIENE IGNORATO

Quando Federico Fellini negli anni sessanta teneva Rimini sveglia con le notti della dolce vita, mai e poi mai avrebbe immaginato che a qualche decennio di distanza la Modena Cento Ore avrebbe tenuto svegli i cittadini di Rimini con il rombo dei suoi motori. E’ stato proprio il parco intitolato al famoso regista a fare da epicentro per la concentrazione e le verifiche tecniche dei 101 equipaggi provenienti da 21 Nazioni. Mentre i commissari svolgevano il loro lavoro di verifica, è stato un piacere vedere come vari equipaggi si siano ritrovati con entusiasmo al via della manifestazione, portando con loro dei nuovi amici che si sono subito inseriti nel gruppo. In attesa della partenza, quando i numeri li scandirà il cronometro, abbiamo dato una prima occhiata ai numeri di questa edizione 2017 della Modena Cento Ore: 20 gli ufficiali di gara impegnati a verificare le auto, 63 gli equipaggi al via della gara di velocità e 38 quelli che partecipano nella gara di regolarità. 2 le auto anteguerra, 23 le Ferrari ed altrettante le Porsche, inseguite da 16 Jaguar e 9 Alfa Romeo. 161 uomini e ben 41 le donne al via, a dimostrazione che le auto d’epoca, in ogni loro forma sono apprezzate da tutti. Per il momento, la parte più apprezzata, soprattutto dai meccanici e dai tecnici impegnati negli ultimi preparativi, sono stati i gelati che li hanno aiutati nel loro lavoro. Nel programma di Martedì anche il briefing piloti, che ha indicato le caratteristiche più salienti della competizione, ha illustrato il road book e che ha dato il primo via ufficiale alla manifestazione al suono dell’inno di Mameli. Dopo l’aperitivo in spiaggia e la cena nel Grand Hotel preferito da Fellini, la buona notte e l’arrivederci a Mercoledì mattina, con il trasferimento verso l’autodromo di Misano, dove le auto sono attese per le ore 7.50 a.am. per le prove libere e la prima gara, con partenza in griglia, alle 08.35 a.m. La regolarità, invece, partirà, sempre all’autodromo di Misano, alle ore 9.30 a.m. 

Di fronte a cotanta manifestazione, con personaggi di spicco arrivati a Rimini e assolutamente ignorati dal cartelloni degli eventi (tanto per dirne uno c'era anche Simon Le Bon dei Duran Duran), con il Grand Hotel strapieno e con tanto sfoggio di auto meravigliose dai costi esorbitanti non ci sono stati i crismi dell'ufficialità. SIlenzio assoluto dal Comune di Rimini, dall'Apt, dagli Albergatori, dalle categorie, dalla Regione. Perché? Forse perché la manifestazione aveva come titolo "Modena Cento Ore" e non "Rimini Cento Ore"? Sorpresi gli stessi organizzatori. Al nostro direttore, presente in loco, hanno comunicato di non aver ricevuto visite da parte di amministratori o facenti le veci. E per proteggere sceicchi e miliardari c'erano tante di quelle forze dell'ordine da far paura. Chi ci capisce è bravo.

Condividi: