Cronaca

AGGREDISCE E MINACCIA LA EX, FINISCE IN MANETTE PER ATTI PERSECUTORI E LESIONI PERSONALI

E’ terminato con il suo arresto nel pomeriggio di ieri 23 luglio l’ennesimo episodio di violenze materiali e psicologiche di cui si è reso protagonista un uomo, un 29enne di origini abruzzesi non rassegnato alla fine della loro relazione sentimentale, nei confronti della ex fidanzata. Già nella mattinata la ragazza, a fronte dell’ennesimo episodio di minacce avvenuto poco prima, si era recata in Questura per formalizzare una denuncia nei confronti del giovane, ma nel primo pomeriggio una volante è dovuta intervenire nuovamente in quanto l’uomo si era ripresentato al suo cospetto, questa volta aggredendola fisicamente con un pugno al volto. Gli agenti, immediatamente intervenuti, hanno accompagnato la ragazza al pronto soccorso per le cure del caso e l’uomo in Questura; gli accertamenti svolti hanno permesso di ricostruire il quadro di vessazioni, fisiche e psicologiche, alle quali l’uomo aveva sottoposto la ragazza sin dall’ottobre scorso quando, al termine di una lite, l’aveva aggredita causandole un trauma cranico e la rottura di un dito; da quel momento numerose erano state le occasioni in cui l’uomo aveva continuato a perseguitarla, provocandole uno stato d’ansia e di paura permanenti. Stante la gravità dei fatti e sussistendo lo stato di la flagranza, l’uomo è stato dichiarato in arresto per i reati di lesioni personali ed atti persecutori ed associato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, presso il locale Carcere. L’uomo non è nuovo a comportamenti del genere, difatti annovera numerosi precedenti specifici in materia di atti persecutori, commessi in passato nei confronti di altre donne, condotte per le quali era già stato tratto in arresto e per i quali era stato oggetto di provvedimenti di ammonimento da parte del Questore di Pescara e di divieti di avvicinamento alle vittime da parte di quell’Autorità Giudiziaria.

Condividi: