News

AGCOM contro i colossi della telefonia. No alla fatturazione ogni 28 giorni

Ormai noi italiani siamo quasi pervarsi da un senso di rassegnazione, tasse, bollette, pagamenti vari, tutti decidono come e quando farsi pagare, tranne i cittadini italiani. Per fortuna l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni si schiera dalla parte dei consumatori, dichiarando guerra e procedimenti sanzionatori nei confronti degli operatori telefonici Wind Tre, Tim, Fastweb e Vodafone per il mancato rispetto delle disposizioni relative alla cadenza delle fatturazioni, che devono esserci ovvio, ma mensili e non ogni 4 settimane, fatturazione che a conti fatti, regala una "tredicesima" ai gestori telefonici.

L'AGCOM già a Marzo aveva inviato una sua delibera, ma come riporta il comunicato stampa di ieri 14 settembre, le autorità per le garanzie procederanno con sanzioni pecuniare ai gestori telefonici che non ritornano alla vecchia modalità di fatturazione mensile. Pensate se anche Sky, Premium e tutte le altre aziende decidessero di fatturare ogni 28 giorni, potremmo dire addio tredicesima, per chi ce l'ha.

Seguiamo gli sviluppi e speriamo che le voci e lamentele dei cittadini siano ascoltate.

A.G.

Condividi: